Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:45 METEO:PISA16°23°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - Esca viva: Maria Concetta attirata in trappola da sua madre

Cronaca martedì 19 settembre 2023 ore 19:00

Muore noto professore, università in lutto

Ordinario di fisiologia umana prima e poi di biofisica, aveva 88 anni. Il ricordo di colleghi e allievi dell'ateneo pisano



PISA — L'università di Pisa e il mondo accademico piangono la scomparsa del professore Pier Lorenzo Marchiafava. Ordinario di Fisiologia Umana prima e poi di Biofisica presso l’Università di Pisa, se ne è andato a 88 anni dopo una breve malattia.

Di origini romane (era parente di Ettore Marchiafava famoso scienziato e fisiatra pontificio, oltre che senatore e medico di Casa Savoia vissuto tra il 1847 e il 1935), si trasferì a Pisa dopo la laurea in Medicina, attratto dalla fama del neurofisiologo Giuseppe Moruzzi. Ha lavorato nell’Istituto di Via San Zeno, inizialmente come assistente universitario e poi come ricercatore al Laboratorio di Neurofisiologia del Cnr, diventando infine, nel 1989, professore ordinario all’università di Pisa.

Noto a livello internazionale, il professore Marchiafava ha trascorso periodi di studio all’estero lavorando anche al National Institute of Health di Bethesda negli Stati Uniti. Qui, nel laboratorio di Michelangelo Fuortes, ha sviluppato una tecnica di studio della retina isolata che ha poi introdotto nell’Istituto di Pisa. 

Le sue ricerche hanno contribuito a fare di Pisa uno dei centri internazionali della ricerca sulla neurofisiologia retinica insieme a Cambridge e Harvard.

Attraverso una nota firmata da colleghi e allievi di Fisiologia e Neuroscienze di Pisa, il professore viene ricordato come un uomo di grande cultura. "Tra i suoi interessi - si legge- anche quello per la botanica che lo aveva portato alla pubblicazione di alcuni articoli su importanti riviste internazionali. Tra l’altro aveva introdotto in Italia, dal Nord America, la coltivazione di alcune specie di sequoie, alcune delle quali ornano ora alcuni importanti orti botanici italiani. Pier Lorenzo sarà ricordato a Pisa e nel mondo da molti colleghi e amici, oltre che per i suoi meriti scientifici, per la sua grande umanità e la sua personalità ironica e schiva, per la sua eleganza signorile, per il suo autentico amore per la ricerca mai contaminato da ambizioni accademiche.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Premio Donna Impresa di Confcommercio ha insignito quattro imprenditrici pisane d'eccellenza, parterre di tutto rispetto presente all'evento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica