Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:42 METEO:PISA23°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Attualità venerdì 31 gennaio 2020 ore 12:40

Noto medico va in pensione

Il saluto dei colleghi a Eugenio Orsitto, dal 2004 a capo del dipartimento di emergenza - accettazione e medico radiologo dal 1980



PISA — Dopo una lunga carriera nel settore dell’emergenza-urgenza, va in pensione dal 1 febbraio il dottor Eugenio Orsitto, direttore di lungo corso del Dea e medico radiologo dal 1980.

“Ho passato una vita in trincea”.

"Questa - sottolinea l'Aoup- la frase che in tanti sicuramente gli hanno sentito ripetere, parlando con orgoglio e passione del suo lavoro e sempre con il sorriso".

Di origine pugliese, Orsitto si è laureato a Pisa in Medicina nel 1976 e specializzato in Radiologia nel 1981 ma, sin dal 1980, ha lavorato come assistente ospedaliero a Cecina, Lucca e Pisa. Poi aiuto ospedaliero del modulo di radiodiagnostica d’urgenza del Pronto soccorso dell’Aoup, direttore della sezione autonoma, e poi Unità operativa di Radiodiagnostica del Ps (nel 2000) e direttore del Dea dal 2004, incarico che ha mantenuto fino ad oggi per 16 anni, vivendo quindi anche il trasferimento dal Santa Chiara a Cisanello (nel 2010). 

"Tutto il personale del Dea - scrive l'Aoup- lo saluta qui con affetto, con questo ricordo, a cui si associa la Direzione aziendale, a sottolineare non solo la sua professionalità ma anche la grande abnegazione al lavoro".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo ha 23 anni e non ha dato più notizie alla famiglia da sabato scorso. E' originario di Marsala, in Sicilia ed è in Toscana dal 2017
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca