Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Attualità mercoledì 23 giugno 2021 ore 18:45

Nuova ordinanza contro la malamovida

Il sindaco ha firmato un nuovo provvedimento: "Non staremo a guardare passivamente le brutte abitudini che si ripresentano"



PISA — Il sindaco Michele Conti ha firmato oggi una nuova ordinanza che vieta la vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato e nei distributori automatici dalle 17 all'una (il venerdì e il sabato divieto valido fino alle 1.30 del giorno successivo) nelle vie e nelle piazze comprese nella Zona A e nella Zona B del centro storico, ovvero tutta la zona stazione e ampia parte del centro storico. Lo rende noto il Comune per mezzo di una nota.

La nuova ordinanza, che sarà in vigore da venerdì 25 Giugno fino al 31 Agosto, sostituirà la precedente in materia, tenendo conto dell’ingresso della Toscana in zona bianca e dell’abolizione del coprifuoco.

Con il nuovo provvedimento, spiega il Comune  "Tornano in vigore gli orari di chiusura per i locali del centro storico (sempre nelle Zone A e B) sanciti dal Regolamento per le attività economiche nel settore alimentare approvato dal Consiglio Comunale nel Luglio del 2019: dalla domenica al giovedì chiusura all'una del giorno successivo; venerdì e sabato chiusura alle 1,30 del giorno successivo. La stessa ordinanza vieta anche la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, con la sola eccezione del servizio assistito al tavolo e al banco, all’esterno ed all’interno dei locali di esercizio, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati, al termine della consumazione. E’ vietata inoltre la detenzione di contenitori di vetro, ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo".

"Continua il nostro impegno per garantire decoro, vivibilità e sicurezza urbana nel centro storico – ha dichiarato il sindaco Michele Conti - Non staremo a guardare passivamente le brutte abitudini legate alla malamovida che si ripresentano in città. Registriamo un fenomeno in aumento in tutte le città d’Italia, probabilmente dovuto alle limitazioni e alle chiusure imposte per il contenimento del Covid-19, ma abbiamo il dovere di guardare alla nostra città e mettere in campo tutti gli strumenti e gli uomini per contenere gli eccessi e debellare le pratiche contrarie al più comune senso civico. Anche di questo tema abbiamo parlato in sede di Comitato Provinciale per la Sicurezza Pubblica, concertando un programma che prevede misure di prevenzione e contenimento specifiche per le zone del centro interessate dalla malamovida. Ai frequentatori del centro dico che si può e si deve vivere la socialità avendo rispetto per la città e per i residenti, agli esercenti chiedo collaborazione per andare tutti insieme verso una movida di qualità che credo possa solo giovare a loro e alla nostra città".

Il provvedimento firmato dal sindaco prevede anche il divieto di detenzione di contenitori di vetro, misura volta a contrastare l’abbandono degli stessi nei luoghi pubblici, un fenomeno frequente in alcune piazze del centro nelle ore serali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo residente nel Pisano è stato arrestato dalla polizia postale. L'indagine della procura di Firenze si sviluppa anche in altre province toscane
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca