Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Attualità sabato 10 luglio 2021 ore 11:05

Una petizione per cambiare nome a via D'Achiardi

Via D'Achiardi (immagine Google maps)

Era rettore dell'università di Pisa quando nel 1938 il re firmò le leggi razziali. I promotori: "Primo responsabile dell’epurazione dei docenti ebrei"



PISA — Un petizione online per cambiare nome alla via intitolata a Giovanni D'Achiardi, geologo e rettore dell'università di Pisa quando, il 5 Settembre 1938, Vittorio Emanuele III firmò a San Rossore le leggi razziali che portarono anche all'espulsione dall'ateneo di docenti e studenti ebrei.

Finora sono state raccolte 500 firme. A lanciare l'appello, rivolto a sindaco e Consiglio comunale, è Davide Guadagni, che nel 2018 è stato responsabile del Comitato organizzatore di San Rossore 1938, ciclo di iniziative promosse dall’università di Pisa per ricordare l’80esimo anniversario della firma delle leggi razziali italiane.

"A Pisa - si legge nell'appello lanciato su Change.org - furono cacciati e 'sostituiti' ben 20 docenti su 400, di cui - dopo il 1945 - solamente 5 sarebbero tornati; degli altri una, Enrica Calabresi, si suicidò per sfuggire alla deportazione e due, Ciro Ravenna e Raffaello Menasci, vennero inghiottiti dall’abisso della Shoah. Il numero degli studenti ebrei italiani rimane ancora oggi ignoto, mentre sappiamo che tutti i 290 studenti ebrei stranieri vennero espulsi".

Secondo i promotori dell'iniziativa l'allora rettore D’Achiardi "Fu - si legge nella petizione- il primo responsabile dell’epurazione dei docenti ebrei, a partire dalla compilazione della lista, sul censimento dell’estate 1938, e della selezione razziale degli studenti".

La raccolta firme ha già raccolto l'adesione della Comunità Ebraica di Pisa e delle sezioni pisane dell'Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dell'Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo residente nel Pisano è stato arrestato dalla polizia postale. L'indagine della procura di Firenze si sviluppa anche in altre province toscane
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità