Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 24 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cina, il ghiaccio sulle strade provoca un maxi-tamponamento con oltre 100 veicoli a Suzhou

Sport martedì 14 giugno 2016 ore 08:09

Petroni insiste:"Vissute precarietà e incertezza"

Il presidente del Pisa chiede al sindaco di farsi garante per un incontro con l'altro socio neroazzurro Lucchesi:"Ci sono improrogabili scadenze"



PISA — In ballo c'è soprattutto il futuro di una squadra che per "Miracolo" ha ottenuto la serie B ma Petroni ( patron di Terravision e presidente del Pisa da pochi mesi con una quota del 50 per cento e l'altra metà in mano al direttore generale Fabrizio Lucchesi che fece per primo nell'estate scorsa l'acquisizione del club da Carlo Battini ) è tornato a parlare della "Necessità di capitalizzare questo straordinario successo".

Così pur riconoscendo il lavoro straordinario fatto da Lucchesi e dall'allenatore Gattuso, Petroni ha voluto puntualizzare alcuni concetti:"Gattuso ha richiesto la liberatoria del contratto che lo legava al Pisa a fine aprile" e Petroni ha fatto riferimenti anche a "Confusioni di ruoli e anomalie". Su Lucchesi invece il presidente ha parlato di "Temerarietà e spregiudicatezza" che hanno portato al risultato ma "I tripli salti mortali se ripetuti portano a gravi infortuni".

Petroni ha ricordato di avere contribuito finanziariamente e in "Delicati passaggi istituzionali" a garantire il successo del Pisa che e adesso "Dobbiamo capitalizzare dotando la società di una solidità economico finanziaria importante e di una credibilità che nel calcio in questo momento conta più del denaro".

Petroni è tornato a ribadire che è pronto a rilevare l'altra parte di quote societarie in mano a Lucchesi facendo leva sull'imprenditore romano Alberto Gianni per garantire "Una offerta calcistica di qualità", mentre negli scorsi mesi si è vissuto uno "Stato di precarietà e incertezza", dicendosi pronto ad un confronto pubblico e chiamando in causa il Comune di Pisa perchè faccia da intermediario:"Ci sono scadenze a breve che vanno onorate", ha ricordato Petroni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I disordini vicino a piazza dei Cavalieri sbarrata dalle forze dell'ordine. Le reazioni di politica e istituzioni. In migliaia al presidio di protesta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità