Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:40 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rapinavano i tassisti con un taglierino, arrestata una coppia a Bologna

Cronaca mercoledì 31 ottobre 2018 ore 13:04

Rapine ai ragazzini, due in manette

All'uscita da scuola hanno puntato il coltello contro un minorenne. Provvidenziale l'intervento di un adulto che ha gridato e chiamato il 113



PISA — Ieri mattina gli agenti della squadra Volanti della questura di Pisa sono riusciti ad arrestare in flagranza di reato, per rapina a mano armata, due uomini che poco prima avevano sottratto il cellulare ad un minorenne.

I fatti si sono svolti attorno alle 13 nei pressi dei licei, ad una fermata d'autobus fra piazza Guerrazzi e via San Gallo. Uno dei due malviventi si è avvicinato allo studente di 13 anni e, chiedendogli l'ora, l'ha portato a tirare fuori dalla tasca il telefono cellullare, quindi lo ha minacciato con un coltello e si è fatto consegnare il telefonino.

Alla scena ha però assistito un passante che, conoscendo il giovane studente e vedendolo in difficoltà, si è messo a gridare, tanto che i due rapinatori hanno riconsegnato il telefono e si sono allontanati. Ma il testimone ha subito chiamato il 113 e una volante, che si trovava in zona proprio per contrastare questo tipo di reati, è riuscita a intercettare i due e ad arrestarli.

Si tratta di due tunisini, di 37 e 30 anni, pluripregiudicati per reati legati allo spaccio di droga, ora in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria per la convalida dell'arresto. In loro possesso sono stati trovati e sequestrati cinque telefoni cellulari, due orologi, un coltello e oggetti funzionali allo scasso, come una calamita utilizzata per infrangere i finestrini delle auto.

Questa mattina, dalla questura, la vice dirigente delle Volanti Roberta Falaschi ha lanciato un appello: "Invitiamo i cittadini a denunciare subito episodi simili, accaduti anche in passato. Riteniamo che i due siano gli autori di altre rapine avvenute nei pressi delle scuole con le stesse modalità - tre quelle finora denunciate alla polizia, ndr -, così come di furti all'interno di auto nel parcheggio dell'Esselunga. Episodi sui quali stiamo approfondendo le indagini".

 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Cronaca

Attualità