comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:16 METEO:PISA16°18°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco, il virologo Fabrizio Pregliasco: «Andrebbe fatto dall'ora dell'aperitivo»

Politica venerdì 25 settembre 2020 ore 16:53

Regionali, schede in Tribunale, ancora incertezza

Si potrebbero conoscere addirittura lunedì prossimo i risultati definitivi delle elezioni regionali. Undici sezioni sono ancora in stand by



PISA — 3926 seggi scrutinati su 3937 in totale. A quattro giorni dal voto, il dato delle elezioni regionali in Toscana non è ancora definitivo. 

"Sono in corso controlli e verifiche condotte dagli Uffici Centrali Circoscrizionali sui verbali di alcune sezioni elettorali", spiega la Regione sul suo sito nella pagina dedicata ai risultati.

Dieci sezioni sono a Pisa città. Le schede sono tuttora in Tribunale e l'annuncio dei numeri ufficiali in arrivo è stato via via posticipato. Adesso si parla addirittura di lunedì prossimo.

I voti ancora in stand by sono migliaia. Pisa ha infatti 86 sezioni totali nelle quali sono chiamati a votare circa 50mila elettori. Basta fare una rapida proporzione per capire i dati ancora fermi.

Se la vittoria di Eugenio Giani ovviamente non è in discussione, qualcosa potrebbe cambiare, a livello percentuale, per le liste e, soprattutto, nelle preferenze personali all'interno dei singoli partiti. E' il caso di Fratelli d'Italia, che proprio su Pisa si sta giocando un derby in famiglia tra i due candidati più votati, Matteo Bagnoli ( finora in vantaggio per poco più di duecento voti ) e Diego Petrucci ( che sarebbe invece in rimonta proprio nelle sezioni che mancano e qualche "rumors" lo dà davanti di poche decine di preferenze ). E il quarto seggio di Fdi in Regione potrebbe scattare proprio su Pisa e non sulla provincia di Pistoia, dove è stato temporaneamente assegnato.

Ma esattamente che cosa è successo nei seggi? Difficile spiegarlo e saperlo con precisione. Le problematiche sarebbero di varia natura e le discrepanze emerse nei verbali avrebbero avuto come conseguenza l'intervento della magistratura.

I magistrati dell’ufficio centrale circoscrizionale - Guido Bufardeci (presidente) Luca Pruneti e Franco Piragine - avrebbero proceduto con le necessarie verifiche e, laddove necessario, anche con i riconteggi. Ma, per ora, il via libera ai dati definitivi non è stato ancora dato.

Non c'è solo il derby in famiglia di Fratelli d'Italia, ci sono liste arrivate ad un passo dal quorum ( è il caso di Sinistra Civica Ecologista ) che, proprio su Pisa, potrebbero recuperare voti per varcare la fatidica soglia nel computo totale regionale.

Il coordinatore locale Paolo Fontanelli però non ci spera molto:"L'attesa di queste ore per sapere dei seggi con contestazioni non scalda più di tanto perché la possibilità di cambiamento dell'esito finale per la lista di Sinistra Civica Ecologista appare assai remota.Siamo e probabilmente resteremo esclusi dal Consiglio regionale per un soffio", ha detto.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca