Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:36 METEO:PISA21°36°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità sabato 29 aprile 2023 ore 07:30

Retiambiente, bilancio e investimenti milionari

Un momento dell'assemblea dei soci

La società di gestione del ciclo dei rifiuti chiude in positivo il 2022 e approva il nuovo piano industriale da 127 milioni di euro di investimenti



PISA — Il bilancio del 2022 di Retiambiente si è chiuso con un utile netto di poco superiore a 240mila euro, con lo stanziamento di oltre 700mila euro per il contenimento delle tariffe. A certificarlo è stata l'assemblea dei soci, alla quale hanno partecipato 35 Comuni in rappresentanza dell'88% del capitale sociale. 

"L’approvazione del bilancio in utile e l’aggiornamento del piano industriale strategico della società ci danno ulteriore conferma della bontà della scelta di traghettare Aamps nella holding - ha dichiarato il sindaco di Livorno, Luca Salvetti - un processo virtuoso, che ha favorito anche l’ottenimento in via definitiva di un finanziamento da 10 milioni di euro per larealizzazione del progetto hub Fanghi-Forsu e la costruzione di un moderno impianto totalmente green, a vantaggio di tutte le aziende dell’Ato Toscana Costa".

Proprio in quest'ambito, Retiambiente, che impiega oltre 2.300 dipendenti e raccoglie annualmente circa 750mila tonnellate di rifiuti, prevede il conferimento delle società di gestione rifiuti di Massa, di Carrara e della Garfagnana, nel proseguimento del percorso del gestore unico, che verrà completato con il conferimento del Comune di Lucca, nel 2029.

Il bilancio consolidato del Gruppo, di cui fanno parte Aamps, Ascit, Ersu, Esa, Geofor, Lunigiana Ambiente, Rea e Sea, si è invece chiuso con un valore della produzione di 289 milioni di euro, confermando la società come sesto operatore italiano nella gestione del ciclo dei rifiuti urbani e il secondo in Toscana.

Oltre al bilancio, l'assemblea dei soci ha anche approvato a larghissima il nuovo piano industriale, che punta a realizzare tutta l’impiantistica di supporto alla valorizzazione dei rifiuti riciclabili. In questo senso, il piano prevede circa 126 milioni di euro di investimenti nell’impiantistica. Per abbattere questi costi, Retiambiente ha anche ottenuto più di 27 milioni di euro di finanziamento dal Pnrr.

"Esprimo soddisfazione per i risultati ottenuti, attesi, ma non scontati - ha commentato Marco Pinelli, coordinatore del Comitato di controllo analogo della società - ringrazio il Cda a nome del Comitato, per il coinvolgimento e l’ascolto costante. Grazie anche ai membri del Comitato, per la disponibilità e il contributo reso per raggiungere insieme questi risultati".

Tra i progetti, ci sono gli impianti di biodigestione aerobica a Massa-Carrara e a Livorno, ma anche di recupero di materia dai rifiuti non riciclabili. E ancora, l'impianto per il trattamento di rifiuti ingombranti a Pisa, in località Ospedaletto, e quello per il recupero delle terre di spazzamento e delle alghe spiaggiate a Cecina. Insieme all’impiantistica, il piano prevede la realizzazione di oltre 30 nuovi centri di raccolta, principalmente dislocati in Lunigiana e Garfagnana, e un centro del riuso a Pontedera.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Usciti di notte, hanno trovato ad attenderli carabinieri forestali e guardie del Parco di San Rossore. Sequestrati barca e pescato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità