Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità mercoledì 19 luglio 2023 ore 19:30

Pisa ricorda la ​strage di via D’Amelio

Con una cerimonia nel parco dedicato a Emanuela Loi, le autorità civili e militari hanno ricordato Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta



PISA — Il 19 Luglio 1992 Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta persero la vita nella strage di Via d'Amelio a Palermo. Tra loro, Emanuela Loi, la prima agente di polizia uccisa in servizio. A lei, nel 2021, a Pisa è stato intitolato il parco in via Cervino dove oggi si è svolta una cerimonia in memoria del magistrato e dei suoi agenti di scorta.

Alla cerimonia, insieme alle autorità civili è militari, era presente anche il fratello di Emanuela, Marcello Loi, che ha parlato dell’importanza di queste commemorazioni. "Per noi familiari - ha detto Marcello Loi - ricordare il loro sacrificio oggi serve non solo per non dimenticare ma soprattutto per fermarsi a riflettere sulle penetrazioni delle mafie nella nostra società e fare in modo che questo non accada più. è questa l'eredità che ci ha lasciato Emanuela e tutti i suoi colleghi che hanno sacrificato la vita per difendere lo Stato. Voglio perciò ringraziare le Forze dell'Ordine, la Polizia di Stato e il Comune di Pisa per lo svolgimento di questa cerimonia nell'anniversario della strage. Grazie a tutti".

"Per tutti il 19 Luglio rimane una data di grande commozione - ha detto l'assessore alla promozione della cultura della legalità Giovanna Bonanno -. Ma anche di riflessione e di celebrazione di coloro che persero la vita nella lotta alla criminalità mafiosa. Di fronte a un dolore che rimane indelebile in ognuno di noi, come Amministrazione comunale abbiamo il dovere non solo di ricordare il giudice Borsellino e gli uomini della sua scorta, ma anche di diffondere la cultura della legalità e sensibilizzare così la comunità locali, in particolare i nostri giovani. Momenti come questi sono dunque importanti per mantenere vivo il ricordo e confermare quello che deve essere il nostro impegno nella lotta alla legalità".

Emanuela Loi nacque a Cagliari nell'ottobre 1967. Dopo aver conseguito il diploma magistrale, entrò nella Polizia di Stato nel 1989 e frequentò il 119º corso alla Scuola Allievi Agenti di Trieste. Due anni dopo fu trasferita a Palermo. Nella strage di via D'Amelio  con lei persero la vita, oltre a Paolo Borsellino, i colleghi Walter Eddie Cosina, Agostino Catalano, Claudio Traina e Vincenzo Li Muli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme hanno avvolto un annesso dell'attività e lambito due abitazioni al piano superiore. I vigili del fuoco hanno tratto in salvo gli inquilini
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica