Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:10 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Achille Lauro vestito da sposa bacia Boss Doms e duetta con Fiorello

Attualità martedì 30 agosto 2016 ore 16:05

Sicurezza, un incontro urgente

Il prefetto convoca le associazioni di categoria e le forze dell'ordine per una riunione sul tema dell'ordine pubblico



PISA — “Sarà l’occasione per esprimere tutta la nostra preoccupazione su una situazione che sta evidentemente sfuggendo di mano -commenta il presidente di Confesercenti Antonio Veronese- L’emergenza riguarda la zona della stazione, ma non solo. Alla stazione purtroppo le cose non sono mai migliorate in questi anni sotto l’aspetto della sicurezza. Il fatto che non ci fossero stati fatti eclatanti come quelli di questi giorni non voleva dire che nella zona fosse tornata la legalità. Le nostre denunce alle autorità sono proseguite soprattutto contro i fenomeni di spaccio, fenomeno a cielo aperto e a tutte le ore”.

Veronese parla di una vera e propria emergenza. “Due aggressioni in pochi giorni sono il segnale di una situazione fuori controllo e, peggio ancora, di una arroganza e sfrontataggine di questi delinquenti che escono allo scoperto anche in pieno giorno. I nostri colleghi della stazione ci chiamano quotidianamente per sollecitare un intervento nei confronti delle autorità. E noi abbiamo sempre fatto la nostra parte, ma forse adesso occorre davvero alzare la voce. La solidarietà e la denuncia sono fondamentali per far sentire la vicinanza della città ai commercianti – insiste Veronese -. Ma siamo di fronte ad una emergenza che va affrontata con i fatti. Noi in queste occasioni proponiamo atti concreti che nel caso della stazione non possono essere più rimandati. Innanzitutto il ripristino del presidio fisso delle forze dell’ordine - conclude il presidente dell’associazione di via Ponte a Piglieri – nella zona della stazione. Chiediamo un presidio reale e non una macchina parcheggiata come a volte abbiamo visto. Una presenza di forze dell’ordine costante che dia sicurezza ai commercianti e che al tempo stesso metta in guardia i malintenzionati. Tutti conoscono le zone a rischio soprattutto sotto le gallerie di viale Gramsci. Zone che purtroppo sono scarsamente vigilate. Siamo consapevoli degli sforzi delle forze dell’ordine soprattutto in considerazione nei limitati mezzi. Ma adesso si devono concentrare sulla stazione. Soddisfatto infine che il prefetto abbia accolto il nostro appello convocando la riunione”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca