Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crisanti: «Con la variante Omicron non c'è scampo per i non vaccinati»

Attualità giovedì 23 novembre 2017 ore 11:25

Smuovere le acque, contro la violenza di genere

Bilancio positivo per il progetto, unico nel suo genere in Italia, che ha unito il gestore idrico e tre associazioni antiviolenza del territorio



PISA — Oltre 300 dipendenti coinvolti in un ciclo di 13 incontri per 700 ore totali di formazione e informazione, in 5 sedi del territorio gestito. Due grandi obiettivi. Il primo, riflettere sul tema della violenza contro le donne: scoprire le modalità e gli indicatori con cui individuarla, liberare il campo dagli stereotipi e dai pregiudizi alla base dei soprusi, mostrare i servizi e le pratiche di intervento delle associazioni. Il secondo, mettere le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo Acque nella condizione di innescare un positivo “effetto domino”: non solo condannare la violenza, ma impegnarsi nel riconoscerla e nel contrastarla nelle esperienze quotidiane e nella società in cui viviamo.

Mercoledì 22 novembre, a Pisa, Acque SpA ha presentato i risultati di “Smuovere le Acque”, progetto interno all’Azienda svolto con le operatrici di tre centri antiviolenza toscani, impegnate in un cammino formativo rivolto ai dipendenti, per promuovere interventi di informazione e prevenzione della violenza di genere. L’iniziativa - novità assoluta nel panorama italiano dei gestori idrici e con ogni probabilità in quello dei servizi pubblici in generale - è partita con il protocollo d’intesa firmato il 23 novembre 2016, tra Acque e la Casa della donna di Pisa, il Centro aiuto Donna Lilith di Empoli e l’associazione 365 Giorni al femminile di Montecatini Terme.

Gli incontri, iniziati a maggio, sono terminati a novembre. Ad ogni appuntamento è apparsa evidente la volontà di tutti i partecipanti di contribuire attivamente alla “cassa di risonanza” sulle buone pratiche e sulle attività dei centri antiviolenza. “Siamo andati oltre l’indignazione - sottolinea Giuseppe Sardu - per non essere più testimoni passivi dei drammi che si consumano a due passi da noi”. “Smuovere le Acque” è risultato un progetto unico nel suo genere al punto da essere rappresentato tra le best practice al Festival della Pubblica Utilità 2017. “Il risultato è stato eccellente - aggiunge il presidente di Acque - e questo ci fa ben sperare che l’iniziativa possa essere d’esempio anche per altre realtà del Paese”.

“Durante gli incontri in azienda - gli fa eco Giovanna Zitiello, Casa della Donna - ci siamo soffermate sui “campanelli d’allarme” che possono anticipare una violenza, e abbiamo spiegato che tutti possono fare la loro parte per arginare un fenomeno che non riguarda un singolo o una coppia, ma l’intera società”. “La violenza - aggiunge Martina Francalanci, psicologa e collaboratrice del Centro Aiuto Donna Lilith - spesso non è “tangibile”: è psicologica, ma è qui che si gettano le basi per i soprusi fisici. Con questi incontri abbiamo provato a riconoscere questi meccanismi nascosti”. “Si è trattato di un percorso reale, genuino - fa notare Giovanna Sottosanti, 365 Giorni al femminile - Un’esperienza bellissima per mettere all’angolo la violenza”.

A chiudere la conferenza stampa, l’amministratore delegato di Acque SpA, Paolo Saccani, in carica dall’ottobre scorso ma fin da subito “estimatore” del progetto: “È stata per me una piacevole sorpresa - ammette - e non ho memoria di iniziative simili tra le aziende di pubblico servizio. Ne sono felice da cittadino, da marito e da padre, prima ancora che da dirigente. Sono orgoglioso che Acque si sia fatta promotrice di un messaggio chiaro e forte contro la violenza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità