QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°11° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 23 novembre 2019

Attualità domenica 03 luglio 2016 ore 19:32

Sono tremila i volumi danneggiati

La rivelazione arriva direttamente dal Ministero dei beni culturali dopo una richiesta di accesso agli atti



PISA — In risposta ad una richiesta di accesso agli atti del Movimento 5 Stelle di Pisa, arriva dalla Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali del MIBACT di Roma, a firma del Direttore Generale Dott.ssa Rossana Rummo, un atto di trasparenza che fa chiarezza con numeri, dati tecnici e materiale fotografico sull'incidente avvenuto l'8 giugno scorso ( la rottura di un tubo dell'acqua e la conseguente colata lungo il muro col danneggiamento dei preziosi volumi ) al patrimonio librario della Biblioteca Universitaria Pisana, chiusa al pubblico ormai da 4 anni.

Era la fine di maggio 2012 quando si decise infatti di chiudere la Sapienza, dopo la scossa di terremoto in Emilia e con essa la biblioteca universitaria.

Parte dei libri sono stati spostati al San Matteo, molti sono rimasti lì.

Da una parte c'è un cantiere, alla Sapienza, aperto dall'università e che procede, dall'altra una biblioteca che ricade sotto competenza ministeriale e che attende solo una riapertura da altra parte o un cantiere che parta. Intanto ci sono i libri danneggiati dall'evento di giugno: alcuni sono stati asciugati, altri trasferiti a Firenze, altri ancora lasciati lì: si tratta di 1500 volumi antichi e 1500 volumi moderni.

"La tendenza generalizzata a livello nazionale e mondiale nelle ristrutturazioni che interessano le biblioteche è quella di procedere ad un restauro stanza per stanza, trasferendo di volta in volta i libri in una stanza originariamente vuota e resa accessibile al pubblico in una logica che mette in primo piano la cultura e il rispetto per gli studiosi e gli utenti tutti, anche a costo di una maggiore spesa" ha spiegato la consigliera comunale M5s Elisabetta Zuccaro, criticando anche la stessa Università che suggerisce di svuotare i locali ( le finestre, ricordiamo, devono restare chiuse a causa del cantiere in corso )

"Dal canto suo, il Sindaco di Pisa con grande sollecitudine ha emesso l'ordinanza di chiusura dell'intero palazzo della Sapienza a fronte di una perizia che per quanto riguarda gli ambienti della Biblioteca, rilevava solamente un problema di sovraccarico dei soppalchi, salvo poi chiamarsi fuori burocraticamente dalla partita amministrativa per difetto di competenza, come se questa partita non avesse una valenza politica".

 



Tag

Manovra, Salvini: «Totale instabilità, pesa più delle tasse»

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità