Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Cronaca mercoledì 08 novembre 2017 ore 16:33

Stazione, avanti con l'ordinanza antidegrado

Il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva che era stata presentata dai titolari di alcuni minimarket della zona, il Comune va avanti



PISA — Il Tar ha dato ragione al Comune di Pisa sull'ordinanza antidegrado applicata in zona stazione e dunque il provvedimento che prevede una serie di interventi da mettere in atto in caso di comportamenti ritenuti non idonei va avanti.

A comunicare la decisione del tribunale è stato il sindaco Marco Filippeschi che, assieme al comandante della Polizia municipale Michele Stefanelli, ha snocciolato i dati del primo mese dall'entrata in vigore dell'ordinanza: multe per alcol venduto fuori orario, lotta al commercio abusivo con sequestri di merce, identificate e allontanate alcune persone.

Lo scopo - è stato spiegato - è quello di colpire chi si rende protagonista di episodi criminali o di situazioni di degrado, mentre i casi sociali vengono aiutati.

La zona sarà peraltro oggetto di una profonda riqualificazione grazie ad un finanziamento governativo. Intanto sta venendo potenziata l'illuminazione e la videosorveglianza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane, 23 anni, è stato fermato all'aeroporto e portato in carcere. Dovrà scontare una pena per rapina e lesioni personali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità