Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:36 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Primo lockdown per Kiribati

Attualità mercoledì 10 novembre 2021 ore 17:00

Telecamere e gps per monitorare gli asfalti

Un nuovo strumento per il monitoraggio degli asfalti. Latrofa: “Adesso sarà possibile programmare i lavori attraverso un metodo scientifico”



PISA — Grazie a un nuovo strumento ad alta tecnologia, che sfrutta telecamere, sensori e gps per misurare lo stato delle pavimentazioni in maniera continua, da oggi la città della Torre dispone di una mappatura completa sullo stato degli asfalti dell’intero territorio comunale. 

A presentare i risultati del monitoraggio, che ha interessato tutta la rete stradale, l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa e Cristina Nati, presidente della Crsis scarl.

Quello pisano, fa parte di un progetto più ampio di tre aziende toscane cofinanziato, nella sua versione prototipale, della Regione Toscana, al quale il Comune di Pisa ha aderito come il primo grande comune toscano. Il software Rama (RoadAssetMangement&Analitics), interpreta grazie a particolari algoritmi e a sviluppi di intelligenza artificiale una grande mole di dati.

“Le strade di Pisa – spiega l’assessore Raffaele Latrofa - sono state percorse e analizzate attraverso un mezzo ad alta tecnologia, con telecamere e Gps in grado di scansionare ogni sezione di strada e fornire informazioni sullo stato dell’asfalto. Il macchinario è in grado di battere oltre mille punti per sezione e apprezzare fino al decimo di millimetro di precisione, oltre a fotografare e filmare tutto. Questo metodo ci consente di disporre adesso di una mappatura esatta del nostro patrimonio stradale, da utilizzare nella fase di progettazione e di scelta delle priorità di intervento. Grazie alla cartografia colorata di cui disponiamo, dove possiamo osservare tutto lo stato degli asfalti con colorazioni che vanno dal verde fino al rosso e al grigio, possiamo fare delle scelte consapevoli, dettate dalle priorità oggettive e anche quantificare i costi tratto per tratto di ogni 50 metri di tutti gli asfalti della città, perché è lo stesso software a fornire il calcolo dei costi, sulla base del capitolato utilizzato da Anas per i costi di asfaltatura. Uno strumento dunque che rappresenta un grande passo in avanti nella consapevolezza della scelta delle priorità delle strade in cui intervenire e anche nel criterio di trasparenza nei riguardi dei cittadini, dal momento che tutti questi risultati a breve saranno resi pubblici su una piattaforma digitale”.

“Inoltre questo strumento - ha aggiunto l’assessore - ci serve anche nella seconda fase, quando abbiamo realizzato tutti gli asfalti: con questo macchinario è infatti possibile andare a riconoscere discontinuità nell’asfalto e quindi controllare la qualità del lavoro svolto. Tutti aspetti fondamenti per chi vuole programmare i lavori pubblici attraverso un metodo scientifico che fornisce una fotografia e una quantificazione dei lavori da effettuare per poter programmare i prossimi interventi. Un grandissimo lavoro, costato al Comune meno di 20mila euro, che tra poco sarà reso pubblico e disponibile per la consultazione da parte dei cittadini che in maniera molto semplice e intuitiva, tramite le colorazioni, potranno capire lo stato di degrado degli asfalti cittadini. Per finire aggiungo che cambieremo il modo di ripristinare le buche nelle strade: anziché tappare le buche con asfalto a freddo, potremo effettuare interventi più duraturi che consentiranno di tagliare una sezione di strada precisa, disporre di un silos poratile per fare l’asfalto a caldo che verrà bloccato nella sezione in modo da ripristinare in maniera più duratura il manto stradale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ore di apprensione e ricerche per la scomparsa di un dipendente pubblico che non ha fatto ritorno a casa. In campo anche le unità cinofile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Attualità