Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:40 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 09 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morta Lina Wertmüller. La notte in cui a 91 anni vinse l'Oscar alla carriera: «Lo dedico a mia figlia»

Cronaca lunedì 18 novembre 2019 ore 17:50

Pisa torna a normalità, scuole e uffici aperti

Martedì scuole, università e uffici pubblici aperti a Pisa. Il fiume Arno continua a calare di livello, viabilità regolare



PISA — Sotto la pioggia, ma con un Arno finalmente in calo, Pisa torna alla normalità. Lo ha fatto già questa mattina, dopo una domenica e una notte vissuta sul filo della tensione per il passaggio di piena del fiume, che ha toccato alle 2 e 30 quota 4,80 metri sullo zero idrometrico.

Da lì in poi è calato e progressivamente, il Comune ha riaperto ponti e lungarni dopo che l'allerta è stata declassata. Anche i negozi e altre attività commerciali sono tornate in funzione ( alcune prima del previsto, infrangendo l'ordinanza e rischiano multa e denuncia ), mentre domani, martedì, riapriranno regolarmente anche scuole, università, uffici pubblici, rimasti chiusi oggi. Aperte anche tutte le strutture ospedaliere e i centri diurni per anziani e disabili

"Il nostro Mose ha funzionato", ha detto il sindaco Michele Conti durante un incontro con la stampa in Prefettura, riferendosi all'uso dei "panconcelli", le paratie installate sui lungarni a protezione dell'abitato rinforzate con i sacchi di sabbia.

Una operazione fatta dai militari dell'esercito, una delle tante componenti che in queste ore di allerta hanno fattivamente contribuito alla gestione dell'emergenza e verso le quali le istituzioni, in primo luogo la Prefettura, hanno avuto parole di elogio. Su Pisa hanno operato 70 unità dei Vigili del Fuoco molte giunte da fuori, Genio Civile, Protezione Civile, tutte le Forze dell'Ordine, Forze Armate, volontari, personale di Comune, Provincia e Regione. In tutto circa 500 persone.

“Con l’ampliarsi della piena la situazione è apparsa da subito estremamente impegnativa – ha dichiarato il Prefetto Castaldo - e altrettanto risultava ieri mattina secondo i modelli di previsione del Genio civile; sono stati tempestivamente allertati tutti i soggetti responsabili, costituti gli organismi per la gestione dell’emergenza e adottate le misure precauzionali e preventive indicate dai piani di protezione civile. Il sistema ha funzionato al meglio in tutte le sue componenti, grazie ad una intensa collaborazione. Sono consapevole che i risultati ottenuti sono frutto della straordinaria sinergia venutasi a creare tra locali Istituzioni civili, volontari, Forze di Polizia e Forze Armate, che hanno profuso ogni sforzo nell’obiettivo comune di salvaguardare la pubblica e privata incolumità. Esprimo grande soddisfazione e un vivo ringraziamento a tutti gli uomini e le donne mobilitati dalla macchina della protezione civile”.

Intanto è partita la rimozione di rami e detriti sotto i ponti. Le previsioni indicano ancora pioggia per le prossime ore ma l'Arno non fa più paura.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Doppio intervento notturno delle forze dell'ordine su richiesta di una donna di 30 anni. Bloccato un uomo dopo un'aggressione sul ponte della Fortezza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità