QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°22° 
Domani 23°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 agosto 2019

Attualità mercoledì 04 aprile 2018 ore 16:01

Pisa tra i comuni più ciclabili d'Italia

Dal bike-sharing più utilizzato d’Italia, alla pista per il mare ai 40 chilometri di ciclabili esistenti: cose fatte, in corso e finanziate



PISA — "Comuni Ciclabili" è un progetto della Fiab per promuovere le buone pratiche nell'organizzazione della mobilità urbana, con particolare attenzione ai temi della ciclabilità.

Pisa ha ricevuto una valutazione piuttosto buona (complessivamente 4 punti su una scala di 5), grazie anche alle realizzazioni degli ultimi anni. Meglio di Pisa fanno solo 7 comuni in Italia e Pisa è il Comune con la valutazione più alta in Toscana

L’amministrazione comunale ha redatto nel 2009 un ambizioso piano della mobilità ciclistica. Pisa ha una ZTL tra le più estese d’Italia, inoltre sono stati creati dei sensi unici eccetto bici dove le caratteristiche delle strade lo consentivano. 

Negli ultimi anni si è provveduto a collegare tratti di piste esistenti come tra Don Bosco e San Francesco, tra via Conte Fazio e via Aldo Moro, da via Matteucci all’Ospedale di Cisanello. 

Realizzata la pista ciclopedonale che gira intorno alle Mura restaurate, dall’arco di San Zeno fino a piazzetta del Rosso, nella grande area a verde di 2 ettari recentemente riqualificata. Mentre sono in corso i lavori alla pista ciclabile de La Vettola, parte della più grande pista che servirà a collegare la città al mare. Proprio in questo senso, nell’ambito dei finanziamenti regionali per le ciclovie nazionali, il Comune di Pisa ha vinto il bando per il finanziamento del riutilizzo del sedime del vecchio trammino fino al mare, e la costruzione del primo ponte ciclopedonale della città, tra Riglione e Cisanello: fatta la progettazione preliminare, è in corso l’iter per la progettazione definitiva che porterà al bando per assegnare i lavori. 

Dal maggio 2013 a Pisa è disponibile un servizio di bike-Sharing, denominato Ciclopi, che conta 24 stazioni e circa 360 colonnine di aggancio.

Attualmente, con oltre 2200 prelievi/anno ogni 1000 abitanti, il sistema Ciclopi è il bike-sharing più utilizzato d'Italia

Sono state finanziate e arriveranno 13 nuove stazioni di bike sharing che, aggiunte alle attuali portano il sistema a 37 stazioni, arrivando a coinvolgere anche il Comune di San Giuliano Terme e i quartieri

In arrivo anche 4 parcheggi protetti per biciclette private posizionati in: Largo Concetto Marchesi a servizio delle scuole superiori Buonarroti e Santoni, della mensa universitaria e del quartiere, in via Battisti dietro alla Sesta Porta (lavori già iniziati), e 2 presso i parcheggi dell'Ospedale di Cisanello di Pisa. Investimento di oltre 50mila euro

La consulta comunale della bicicletta è stata istituita, prima in Italia, nel 2008; allo scopo di prendere di comune accordo decisioni in merito allo sviluppo della ciclabilità. 

Per contrastare il fenomeno del furto di bici sono state messe in campo alcune azioni: la sostituzione delle vecchie rastrelliere “ornamentali” con rastrelliere bloccatelaio, che cioè consentono di legare alla rastrelliera il telaio della bici, universalmente diffuse dovunque vi sia un minimo di cultura della mobilità ciclistica. Attualmente il 72% dei 2400 stalli bici sono bloccatelaio. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca