Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:51 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Regione e ospedale Bambino Gesù lanciano campagna per i bimbi

Attualità giovedì 23 agosto 2018 ore 12:00

Un anno accanto ai poveri della città

Selezione aperta per 8 giovani che per 12 mesi saranno impegnati al Centro d’Ascolto diocesano di via delle Sette Volte. Contributo di 400 euro



PISA — Un anno accanto ai pisani più poveri, alle circa 1.600 persone che ogni anno si rivolgono ai centri d’ascolto piuttosto che alle mense, al servizio doccia o che chiedono un pacco spesa o la possibilità di accedere alla Cittadella della Solidarietà, l’emporio di generi alimentari del Cep. E’ la proposta di servizio civile della Caritas di Pisa ad otto giovani italiani, comunitari o extracomunitari purché regolarmente soggiornanti fra i 18 e i 28 anni.

C’è anche il progetto della Diocesi di Pisa, infatti, fra quelli inseriti nel bando nazionale pubblicato il 20 agosto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale che selezionerà 28.967 giovani: si chiama “Cercando Cammino” e si propone di far vivere agli otto che saranno selezionati un’esperienza diretta accanto a chi fa più fatica. Concretamente saranno inseriti nel Centro d’Ascolto diocesano di via delle Sette Volte, la cabina di regia e il punto di primo contatto della gran parte delle persone che, almeno a Pisa, si rivolto alla Caritas. Per dodici mesi (1400 ore per 5 giorni la settimana) si occuperanno di ascolto e accoglienza di dare risposta ai bisogni primari quali mangiare e lavarsi, di accompagnamento verso percorsi di autonomia ma anche analisi e lettura dei bisogni ascoltati e sensibilizzazione e animazione della comunità ecclesiale e della società civile. “E’ un opportunità – sintetizza il direttore don Emanuele Morelli – per vivere un anno della propria vita al servizio di sé stessi e degli altri: come sempre dedicheremo una particolare attenzione all’accompagnamento e alla formazione, con particolare riferimento, non solo all’acquisizione delle competenze specifiche legate al servizio, ma anche ai temi della pace, della difesa della patria e della cittadinanza attiva”.

Il contributo statale per chi svolgerà il servizio è di 433,80 euro mensili. Per presentare domanda c’è tempo fino al 28 settembre. Su www.caritaspisa.ittutte le informazioni dettagliate e la modulistica.

In ogni caso per informazioni e per la consegna domande è possibile contattare direttamente gli uffici della Caritas di Pisa (Piazza Arcivescovado, 18 – Pisa). Tel. 050.560952; 348.2473828; mail: serviziocivile@caritaspisa.it.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

CORONAVIRUS

Attualità

Imprese & Professioni