Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Attualità venerdì 28 ottobre 2016 ore 19:15

Un gioiello nell'orto botanico

Inaugurati il complesso degli ex Salesiani e la palazzina delle Conchiglie. Il rettore Augello: "Un salto di qualità nel rapporto tra ateneo e città"



PISA — “Presentiamo oggi due progetti che rispondono a fondamentali esigenze interne dell’Università di Pisa, ma che nello stesso tempo segnano un deciso salto di qualità nel rapporto tra Ateneo e città, contribuendo a ridisegnare il futuro di Pisa e in particolare del suo centro storico, a poche decine di metri di distanza da Piazza dei Miracoli”. Con queste parole, il rettore Massimo Augello, giunto all’ultima iniziativa pubblica del suo mandato, ha introdotto la doppia inaugurazione del complesso degli ex Salesiani, lungo il percorso da Piazza Torricelli a Via dei Mille, e della palazzina delle Conchiglie, all'orto botanico, che è stata appena restaurata.

Nel corso dell’incontro - a cui hanno preso parte il sindaco Marco Filippeschi, il prorettore per l'edilizia, Sandro Paci, e gli architetti Agnese Bernardoni, Barbara Billi e Paolo Fiori - è stato inoltre presentato il progetto che nel giro di qualche mese porterà alla realizzazione del nuovo polo museale storico dell'ateneo, all'interno dell'orto botanico

Il primo intervento ha riguardato il recupero e l’adeguamento funzionale dell’ex complesso dei Salesiani, destinato ora a sede del dipartimento di Civiltà e forme del sapere e di due nuove grandi biblioteche. L’adiacente chiesa di Sant’Eufrasia ospita, invece, una sala di consultazione, utilizzabile anche per piccola convegnistica. L'ampia area verde circostante rappresenta inoltre un giardino aperto alla cittadinanza, come tradizione dell’università, oltre che naturalmente un luogo dedicato agli studenti e al personale dell'ateneo.

La riqualificazione del complesso degli ex Salesiani va a completare un mosaico di interventi sull'asse viario di Via Santa Maria, che negli ultimi anni ha compreso la profonda ristrutturazione di palazzo Matteucci e le riqualificazioni di palazzo della Carità, palazzo Venera, palazzo Scala, palazzo Boilleau e Curini-Galletti e del complesso di palazzo del Granduca.

Su un altro versante, ma sempre nel cuore del centro storico, è stata inaugurata la palazzina delle Conchiglie, appena recuperata e destinata ora interamente a sede del nuovo museo botanico. La conclusione di questo intervento segue di pochi mesi quella della prima parte di lavori, che hanno portato alla riapertura dello storico ingresso su via Roma e alla riqualificazione dell’orto. Una volta a regime, il progetto generale prevede la realizzazione di un polo museale multidisciplinare, all’interno del quale l’Orto sarà al tempo stesso parte integrante e cornice.

"Le opere che presentiamo oggi - ha concluso il rettore Augello - fanno parte della più generale attività di valorizzazione del patrimonio immobiliare, che ha costituito uno dei principali indirizzi delle politiche di sviluppo seguite dall'Ateneo. Siamo consapevoli, infatti, che queste realizzazioni resteranno nel tempo, rappresentando un solido pilastro su cui costruire l'università del futuro. Esse costituiscono anche una base ulteriore per rafforzare la presenza dell'Università nella città, in piena armonia con le istituzioni locali, oltre che per consolidare il suo ruolo come motore di sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme è scattato quando nel complesso militare di San Piero a Grado si è udito uno sparo. L'ipotesi più accreditata è il suicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità