Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:23 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità giovedì 01 luglio 2021 ore 13:51

All'interno del Cnr in costruzione una casa 4.0

La presentazione di Life Demo

Al via Life Demo, un “dimostratore-simulatore” di abitazione all’avanguardia, a impatto zero e tecnologicamente interconnesso



PISA — Un prototipo di abitazione all’avanguardia, sviluppato secondo i più moderni e integrati sistemi impiantistici e ambientali, per la migliore qualità della vita e una connessione “olistica” degli strumenti e delle tecnologie digitali. È questo il risultato del progetto di ricerca promosso dal Cnr-Isti di Pisa, finanziato con 850mila euro della Regione Toscana. Si è costituita per lo sviluppo del progetto l’Associazione Temporanea di Scopo (Ats) con la mandataria Siram Veolia, gruppo di riferimento nei servizi di gestione e ottimizzazione delle risorse ambientali, lo stesso Cnr-Isti e tre Pmi toscane “Vivere il Legno” (Poggibonsi), “Thermocasa” (Peccioli-Pisa) ed “Elettro D” (Crespina-Lorenzana)

Lo sviluppo di Life Demo (Low Impact Fully Enanched DEsign MOdeling for modern housing) culminerà nella realizzazione del “dimostratore”, struttura edilizia che porterà cittadini, imprese e utenti a sperimentare una vera e propria esperienza abitativa “4.0”. Il progetto è stato presentato questa mattina nell'area del Cnr a San Cataldo, in seguito alla firma della costituzione dell’Ats fra i vari partner, alla presenza del rappresentante dell'Area di Ricerca Cnr di Pisa, Ottavio Zirilli e del direttore dell’Unità di Business Centro Nord di Siram Veolia, Marco Bongiorni, nonché dei rappresentanti delle altre tre precitate aziende toscane che partecipano alla realizzazione del progetto.

Il prototipo di abitazione sarà realizzato entro il 2022 all'interno dell'Area del Cnr di Pisa – l’Area più grande del Cnr – e presenterà le dimensioni reali di un edificio: una struttura completamente autonoma, a emissioni zero e con la caratteristica peculiare di integrare il sistema edificio-impianto in un unicum progettuale. Per offrire semplicità e immediatezza sarà progettato secondo principi che integrano le esigenze di chi andrà a vivere, tenendo conto del “funzionamento” umano, così come definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Icf – International Classification of Functioning).

Con l’obiettivo di anticipare come saranno la vita e il design all’interno della casa intelligente del futuro, Life Demo prevede il ricorso a tecnologie e sistemi di gestione di ultima generazione, progettati per garantire una totale efficienza dell’immobile, non solo energeticamente ma anche funzionalmente, attraverso tecnologie assistive, telemedicina, percorsi sensoriali e domotica. Nell’ambito della ricerca è inoltre prevista la messa a punto e l’utilizzo del “gemello digitale” (digital twin), e cioè di un modello informatizzato con cui effettuare simulazioni, con annessa valutazione predittiva, delle performance del sistema "edificio-impianto” Life Demo è già in fase di progettazione.

“Il Cnr pisano ospiterà il dimostratore previsto dal progetto Life DeMo per poter offrire al territorio l’opportunità di verificare dal vero le buone pratiche sviluppate nel corso delle attività - ha commentato Zirilli -. D’altra parte l’Area della Ricerca ha già una consolidata esperienza nel campo dell’ingegneria del legno per aver ideato e realizzato all’interno del Campus una sopraelevazione esclusivamente con tecnologia X-Lam, scolastico esempio di innovazione sostenibile in ogni aspetto realizzativo quale, durabilità, salubrità, eco-compatibilità dei materiali, sicurezza contro il sisma e il fuoco; migliorando la vivibilità dell’ambiente di lavoro, un nuovo approccio nel ripensare la città e rigenerare il paesaggio urbano, a partire dal recupero e riqualificazione ambientale ed estetica del costruito. Sarà anche un’occasione per gli istituti del Cnr e altri portatori di interessi, di attivare fruttuose collaborazioni”.

“La formazione ed il trasferimento tecnologico sono due delle missioni affidate al Cnr, che il nostro istituto persegue da sempre in questo campo, anche attraverso il Centro di Tecnologie per la Qualità del Vivere - ha ricordato il direttore Scopigno -. Questo importante progetto ci consentirà di sperimentare il percorso di tutto il ciclo di vita di una struttura edilizia nell’ottica dell’integrazione degli impianti e della sostenibilità".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità