Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:38 METEO:PISA19°35°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington
Lenny Kravitz in concerto interrotto dalla videochiamata di Denzel Washington

Attualità giovedì 25 aprile 2024 ore 07:30

Unipi, il bilancio del 2023 torna in utile

Il palazzo della Sapienza

Archiviata la perdita del 2022: l'Ateneo nell'anno passato ha investito soprattutto nel personale, con 117 assunzioni tra docenti e ricercatori



PISA — Il Consiglio di amministrazione dell'Università di Pisa ha approvato il bilancio del 2023 che, dopo quello del 2022, torna in utile. Mentre, infatti, due anni fa il rincaro dell'energia dovuto alla guerra in Ucraina aveva inciso negativamente, costringendo l'Ateneo a utilizzare le riserve per coprire una perdita di 1,3 milioni di euro, il 2023 si è chiuso in attivo per 62mila euro.

"Accogliamo con favore questo risultato positivo - ha detto il rettore Riccardo Zucchi - che, però, non deve distogliere l’attenzione di tutta la nostra comunità dal portare avanti le politiche di efficientamento dei costi e di oculatezza degli investimenti". 

Oltre al risultato economico, si è registrata anche una crescita degli investimenti che, grazie anche ai fondi del PNRR, hanno riguardato soprattutto il personale, con 117 nuove assunzioni tra docenti e ricercatori, alle quali vanno sommati 106 ulteriori iscritti ai corsi di dottorato. Contestualmente, per quanto riguarda il personale tecnico-amministrativo, è stato già deliberato un piano di assunzioni di 118 unità.

Altri importanti investimenti hanno interessato la parte tecnica: è proseguita la realizzazione di nuove opere, tra cui i Dipartimenti di Medicina, Veterinaria e Ingegneria per circa 14 milioni di euro. A queste si aggiungerà a breve anche il nuovo Dipartimento di Biologia. Circa 7 milioni di euro sono stati investiti nell’acquisto di nuove attrezzature scientifiche e, infine, oltre 3,5 milioni di euro sono andati al settore della transizione digitale, per il potenziamento del Green Data Center.

Invariata, infine, la contribuzione studentesca anche grazie a un piano di razionalizzazione dei costi, che ha permesso di ridurre le uscite per la gestione corrente dell’Ateneo, per circa 5 milioni di euro. 

"Dobbiamo comunque essere consapevoli che la sostenibilità del sistema universitario pubblico italiano resta a rischio - ha concluso Zucchi - all’orizzonte si preannunciano, infatti, tempi difficili per tutti gli Atenei italiani, almeno fino a quando il Governo non deciderà di compensare gli aumenti del costo del personale dovuti agli scatti stipendiali e all’adeguamento all’inflazione. In particolare, per il 2024 è ormai certo un incremento del costo del personale di 10 milioni di euro, al quale si aggiungono i potenziali effetti negativi legati alla fine del PNRR".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune di Vecchiano ha siglato l'accordo per far partire i lavori di riduzione del rischio e recupero ambientale della ex cava
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca