Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PISA12°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Cronaca sabato 22 settembre 2018 ore 16:33

Vandali sull'auto del consigliere regionale Mazzeo

Il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo

Vandalizzata l'auto del consigliere regionale del Pd Antonio Mazzeo. "E' l'ultimo di una serie di fatti, è ora di dire basta"



PISA — L'auto del consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo è stata vandalizzata mentre si trovava parcheggiata in piazza della stazione a Pisa.

A rendere noto il fatto è stato lo stesso Mazzeo con un post su facebook ( lo potete leggere integralmente in fondo all'articolo ) nel quale racconta tutta una serie di episodi che sono accaduti negli ultimi tempi.

"Prima il profilo Facebook hackerato e le pesanti offese ricevute sui social network - racconta Mazzeo - poi qualche mese fa il ragazzo che mi ha fermato per strada dicendomi di smettere di ridere perché sapeva chi ero e dove abitavo. E ancora il furto in macchina di qualche giorno fa e infine, ieri pomeriggio, la mia auto vandalizzata in piazza della stazione. 

Si può sempre credere alle coincidenze, ma il clima di odio verso gli avversari politici e in particolare del Partito Democratico alimentato in maniera scientifica a livello locale e a livello nazionale lascia molto da pensare. Non sarebbe la prima volta che cattivi discepoli di cattivi maestri mandano messaggi per provare a zittire chi la pensa in maniera diversa". 

Sappiano, però, che io non mi faccio intimidire e continuerò in tutte le sedi possibili a portare avanti le mie battaglie a partire da quella per salvare i 18 milioni di euro che erano stati stanziati per la sicurezza di Pisa, per cambiare radicalmente la zona stazione e debellare degrado e microcriminalità o quella per rendere obbligatorie le vaccinazione per potersi iscrivere a scuola.
Chi pensa di fermarmi con gli atti intimidatori sbaglia di grosso: è solo uno stimolo a proseguire con ancora più forza il mio lavoro per la provincia di Pisa e tutta la Toscana contro chi pensa invece di continuare a fomentare rabbia, odio e paure. Avanti così, dunque, a testa alta e senza paura".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna, per impedire che la madre si vaccinasse, avrebbe minacciato una giovane dottoressa. Il suo racconto attraverso la Fimmg di Pisa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Nella Picchi Ved. Barbini

Venerdì 07 Maggio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

STOP DEGRADO