QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°18° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 15 ottobre 2019

Attualità venerdì 24 giugno 2016 ore 16:40

Premi per Dell'Osso e Bongiorni

Le due dottoresse pisane, ai vertici della psichiatria e della cardiologia, premiate in due contesti diversi ma sempre legati a Pisa



PISA — Due professioniste dell’Aoup, due donne direttrici di Unità operativa, due carriere accademiche e professionali brillanti anche se in specialità differenti, due nomi internazionali che la città di Pisa ha voluto premiare nel mese di giugno dedicato per antonomasia ai festeggiamenti e alle celebrazioni storiche.

La prima è la professoressa Liliana Dell’Osso, ordinario di Psichiatria all’Università di Pisa nonché direttore dell’Unità operativa di Psichiatria 1, che è stata premiata il 5 giugno scorso all’Opera della Primaziale, nell’ambito della XIV edizione del premio “Pisani si nasce...pisani si diventa”. Un premio nato da un’idea dell’Onorevole Patrizia Paoletti Tangheroni, assegnato alla psichiatra, lucana di nascita ma pisana di adozione, che ha voluto tributarle un ringraziamento e una gratificazione per aver dato lustro e gloria nel mondo alla città di Pisa sia per l’attività assistenziale in ospedale sia per le importanti ricerche condotte in ambito accademico, che portano sempre alto a livello internazionale il nome della Scuola pisana di Psichiatria. 

Alla dottoressa Maria Grazia Bongiorni invece, anche lei pisana di adozione, direttore dell’Unità operativa di Cardiologia 2 dell’Aoup,aritmologa di fama e un nome internazionale nel campo dell’estrazione degli elettrocateteri, avendo ideato tecniche transvenose innovative, il Comune di Pisa ha deciso di assegnare il premio “Pisa Donna 2016”, che verrà consegnato sabato 25 giugno alle 10 nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti. Nella motivazione al premio del sindaco Marco Filippeschi figura “il riconoscimento al lavoro quotidiano di una donna che sull’impegno, la competenza, la ricerca, lo studio, il lavoro di gruppo e l’accoglienza, ha basato la sua serietà professionale”



Siria, Conte: «Italia capofila sullo stop alle armi», poi perde la pazienza con il cronista: «Mi faccia rispondere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Sport

Lavoro