Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PISA10°14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 22 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Con le pistole in pugno rubano tutte le borse del negozio di Gucci a Manhattan

Attualità mercoledì 19 settembre 2018 ore 13:37

Boom di matrimoni in villa grazie allo sconto

La Villa di Corliano a Rigoli

Le tariffe ridotte introdotte dal Comune per matrimoni e unioni civili nelle dimore storiche hanno fatto impennare il numero delle prenotazioni



SAN GIULIANO TERME — Continua a crescere il numero di matrimoni celebrati nel comune di San Giuliano Terme: se nel 2017 furono 63 le coppie che hanno scelto il comune termale per celebrare uno dei giorni più importanti della loro vita, nel 2018 saranno 78.

“Quest’anno stiamo raccogliendo i frutti della manovra varata nel marzo 2017 - è il commento di un soddisfatto sindaco Sergio Di Maio -. La scelta di diminuire le tariffe per la celebrazione delle nozze sia per i residenti che per chi arriva da fuori è risultata vincente. Una operazione pensata per favorire la crescita nel territorio, sia in termini di visibilità che di crescita economica dell’indotto che ruota attorno ai matrimoni”.

A fare la differenza la scelta di abbassare drasticamente i prezzi di affitto delle residenze di pregio in mano al Comune. “Per un non residente - spiega Di Maio - il costo per celebrare un matrimonio di domenica in una villa storica è sceso da 750 a 450 euro, con un risparmio di circa il 40 per cento. Per un residente si è passati invece da 650 a 350 euro: una agevolazione di poco inferiore al 50 per cento che si applica anche nei casi in cui uno solo degli sposi sia cittadino sangiulianese. L’abbassamento delle tariffe ha permesso a più coppie la scelta di uno scenario unico e ricco di atmosfera per rendere ancora più emozionante un momento fondamentale della loro vita. Non è un caso quindi se dal 2016, quando erano in vigore le vecchie tariffe, ad oggi i matrimoni in villa sono più che raddoppiati, passando da 22 a 49. Le dimore di pregio sono scelte anche per celebrare le unioni civili”.

"Colgo l’occasione - ha aggiunto il primo cittadino - per ringraziare tutti gli impiegati dell’ufficio di stato civile per la professionalità sempre dimostrata”.

Dalla sua il Comune ha anche un patrimonio immobiliare di pregio e piuttosto appetibile, alla quale si aggiungono strutture private. Nell'elenco di dimore storiche e location per matrimoni e cerimonie troviamo la Villa di Corliano e Villa Alta a Rigoli, Villa Le Molina a Molina di Quosa, la Villa Medicea e la Villa del Lupo in Arena Metato, il Palazzo Granducale delle Terme e ancora Villa Poschi, Villa I Girasoli, Villa Di Lanfranchi, Locanda Sant'Agata, Il Borgo degli Aranci e Il Borgo nel Vento.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno