Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA22°34°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 08 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

Politica venerdì 16 aprile 2021 ore 06:30

"Per una vera Casa della Salute a nord di Pisa"

Sinistra Civica Ecologista chiede un dibattito pubblico sul tema, anche alla luce di quanto lamentato da Paolo Malacarne sul polo sangiulianese



SAN GIULIANO TERME — "Il Nuovo polo integrato per la salute in via di completamento a San Giuliano Terme che viene denominato “Casa della Salute S.Giuliano Terme” è una struttura del tutto privata, al momento non accreditata né convenzionata con il Servizio Sanitario Pubblico Regionale, che nulla ha a che fare con la vera Casa della Salute". Questo quanto messo nero su bianco alcuni giorni fa dal dottor Paolo Malacarne appena terminato il dibattito, cui aveva assistito, sul tema della sanità pubblica promosso da Sinistra Civica Ecologista di Pisa.

Sce, parlando di Vecchiano e delle prossime elezioni comunali, ha lanciato la proposta di realizzare una “Casa della salute” (pubblica) nel territorio a nord di Pisa. Mentre sul polo privato in costruzione a San Giuliano Terme "la reazione polemica e le considerazioni che abbiamo letto, rispetto ad un post di Paolo Malacarne, ci sembrano fuori posto". 

"Innanzitutto perché si allude a “difformità di vedute” all'interno di Sinistra Civica Ecologista che non ci sono - assicurano in proposito -, e poi perché l’intervento di Malacarne non mette in discussione la legittimità di quella struttura ma semmai la confusione distorsiva ingenerata dall’uso della definizione “Casa della salute”, che fa pensare ad una struttura pubblica quando in realtà si tratta di una struttura privata. Su questo aspetto, quello del recupero di un ruolo forte e diffuso del sistema pubblico in materia di tutela della salute, si gioca la credibilità della svolta sul piano delle priorità e dei finanziamenti dopo la lunga fase dei tagli alla spesa socio-sanitaria". 

"Non c'è niente di male a riconoscere, che proprio in ragione della riduzione alle risorse disponibili si è sviluppata nel tempo in Toscana, con lo sviluppo del terzo settore, una notevole quantità di iniziative di assistenza socio-sanitaria, come le RSA, affidate al privato-sociale. Una supplenza convenzionata, certamente regolata e programmata dal pubblico, che non intendiamo demonizzare. Ma è una cosa ben diversa dalla “Casa della salute”, che muove dai bisogni di salute e di cura di un territorio e si fonda sull'integrazione dei servizi e sulla collaborazione con e tra i medici di medicina generale. Per questo - concludono da Sinistra Civica Ecologista - pensiamo che non sia utile fare alcuna confusione proprio in un momento in cui si gioca la possibilità di realizzare concretamente il ritorno alla priorità pubblica, che nel caso delle strutture sul territorio deve significare l’affermazione del concetto e della pratica “meglio prevenire che curare”. Riteniamo, come Sinistra Civica Ecologista, che sia utile aprire un confronto pubblico, chiaro e trasparente, tra tutti i soggetti interessati a questa proposta, a partire dalle istituzioni locali, i livelli di governo e gli operatori della sanità, e soprattutto i cittadini. Noi siamo disponibili".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di origini nordafricane è stato ucciso per strada. Le forze dell'ordine avrebbero già individuato l'aggressore della vittima
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

Politica