Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Spettacoli giovedì 13 marzo 2014 ore 10:10

Serata Buzzati al Teatro Verdi di Pisa

Opere da Camera vedrà succedersi due atti unici di due compositori del ‘900: Luciano Chailly e Angelo Bellisario



PISA — Tre protagonisti per una sola serata. Venerdì il ciclo di Opere da Camera fa il tris e nella sala Titta Ruffo del Teatro Verdi porta Serata Buzzati
L'appuntamento del 14 marzo, alle 20,30, rende omaggio a una delle firme di punta del giornalismo italiano, nonché scrittore, disegnatore, librettista, appassionato di musica e di montagna, il grande Dino Buzzati, nato a Belluno nel 1906 e morto a Milano nel 1972 e struttura questo omaggio in un dittico inusuale, che vedrà succedersi due atti unici di due compositori del ‘900: Luciano Chailly e Angelo Bellisario.
La regia è di Stefano Mecenate, al pianoforte Eugenio Milazzo, scene virtuali di Pierpaolo Magnani. Gli interpreti sono tutti giovani cantanti, alcuni dei quali già familiari al pubblico del Verdi: ne “Il Mantello” Sofia Janelidze (Mamma), Javier Landete (Giovanni), Dafne Tian Hui (Marietta) e Raffaella Palumbo (Rita), con il piccolo Elias Morano nei panni di Pietruccio; in “Amici” ancora Javier Landete (Tony Appacher), Raffaella Palumbo (Moglie di Corti) e Dafne Tian Hui (Gianna), insieme con Daniele Piscopo (Amedeo Corti), Stefano Trizzino (Mario Tamburlani) e Fabio Mario La Mattina (Don Raimondo), questi ultimi due già molto apprezzati come interpreti di “Si camminava sull’Arno”, l’altra prima assoluta che ha inaugurato il ciclo pochi mesi fa.
Voci recitanti, Sabrina Iannello e Lorenzo Maria Mucci.
A unire le due opere è il tema dell’amore e della morte, "anche se, nettissimo, – spiega Mecenate – è il diverso spirito con il quale i due grandi temi sono declinati: più ricco di speranze, di passioni, forse di illusioni il primo, più disincantato, cinico, sarcastico il secondo".
Biglietti al botteghino del Teatro Verdi. Le prime file sono riservate agli abbonati del ciclo di Opere da Camera. Per maggiori informazioni Teatro di Pisa tel 050-941111. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, di Viareggio, era in bici con il marito lungo l'Aurelia ed è stata ricoverata in gravi condizioni. E' caccia all'automobilista pirata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca