Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, la lezione di Burioni: «Il vaccino ha salvato 500 mila vite in Europa. Vogliatevi bene e vaccinatevi»

Spettacoli venerdì 14 marzo 2014 ore 12:55

​Ti ho sposato per allegria al Teatro Verdi

Chiara Francini ed Emanuele Salce protagonisti del finesettimana



PISA — Ti ho sposato per allegria arriva al Teatro Verdi. Scritta da Natalia Ginzburg nel 1964 su misura per Adriana Asti, la commedia torna a divertire le platee in una nuova produzione di Erretiteatro30 di Roberto Toni in collaborazione con il Teatro della Pergola di Firenze, dove ha debuttato con successo a fine dicembre.
Chiara Francini ed Emanuele Salce, con la regia di Piero Maccarinellisabato 15 marzo alle 21 e domenica 16 marzo alle 17 saranno a Pisa, terzultimo appuntamento del cartellone teatrale cofirmato dal Teatro Verdi e dalla Fondazione Toscana Spettacolo.
Allegra, sfrontata, ironica, Ti ho sposato per allegria è uno spaccato su una coppia apparentemente mal assortita: lui, Pietro è un avvocato di solida estrazione borghese, pacato e abituato a una vita regolare, anche se non privo di guizzi di anticonformismo; lei, Giuliana, è una giovane donna assai spiantata, svampita, romantica, pasticciona, tendente all’amore assoluto, dal passato tormentato, con diversi amanti e un tentato suicidio alle spalle. I due si sono conosciuti a una festa, si sono piaciuti e dopo un mese si sono sposati.
Nei panni di Pietro, Emanuele Salce, in un fil rouge di ideale continuità con la propria biografia familiare: fu proprio suo padre Luciano, infatti, a dirigere in teatro, con enorme successo, Adriana Asti e Renzo Montagnani e a firmare, con altrettanto, se non maggiore successo, il celebre film del 1967 con Monica Vitti e Giorgio Albertazzi. Nei panni di Giuliana, uno tra i volti femminili più noti del momento, Chiara Francini, dirompente attrice fiorentina che, dopo gli esordi al Teatro della Limonaia, ha spiccato il volo ed è presto diventata una delle beniamine del pubblico televisivo e cinematografico, e vanta il Premio “Guglielmo Biraghi” tributatole nel 2011, al 68esimo Festival Internazionale del Cinema di Venezia, come “attrice rivelazione dell’anno”.Con loro, Anita Bartolucci, Giulia Weber e Valentina Virando. Scene di Paola Comencini, costumi di Sandra Cardini, musiche di Antonio Di Pofi. Pochi i biglietti rimasti disponibili, in vendita al Botteghino del Teatro verdi.
Per informazioni tel 050-941111 e www.teatrodipisa.pi.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità