Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:20 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Cronaca martedì 07 luglio 2015 ore 13:25

Un calciatore di serie A fra i narcotrafficanti

Gioca nel campionato albanese. Già eseguiti 17 ordini di arresto su 19. La cocaina distribuita nell'Empolese, in Versilia, a Montecatini e nel pisano



FIRENZE — Il giocatore di serie A in Albania ha 24 anni ed è figlio di un imprenditore albanese che, secondo gli inquirenti, è il vero boss dell'organizzazione criminale smantellata dai carabinieri. In una intercettazione telefonica il giovane, laureato in giurisprudenza,ha dichiarato di avere intenzione di entrare in polizia e poi di fare il concorso per diventare magistrato.

I 17  ordini di arresto tra carcere e domiciliari sono stati eseguiti in Toscana, Veneto e Albania. Un altro membro della banda è ricercato in Germania, un altro ancora è  risultato già agli arresti domiciliari in Albania per altre vicende. 

La Dda e carabinieri di Firenze hanno ricostruito le tappe del narcotraffico: la cocaina veniva portata in Toscana dall'Olanda e distribuita tra l'Empolese, la Versilia, Montecatini e  la provincia di Pisa. 

I membri dell'organizzazione in Italia vivevano motlo modestamente ma inviavano grosse somme di denaro in contanti in Albania, fino  300mila euro per volta. Tutto denaro provento del traffico di droga.

Video operazione con il reparto cinofili
Video uscita mezzi dopo l'arresto
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna, per impedire che la madre si vaccinasse, avrebbe minacciato una giovane dottoressa. Il suo racconto attraverso la Fimmg di Pisa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità