Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Attualità martedì 26 maggio 2020 ore 19:55

Bocelli guarisce dal Covid e dona il plasma

Il tenore si è recato a fare la donazione presso il centro prelievi dell'ospedale di Cisanello. Contagiati e guariti anche la moglie e i figli



PISA — Il tenore Andrea Bocelli ha contratto il Covid-19, è felicemente guarito e oggi si è recato al centro prelievi dell'ospedale di Cisanello per donare il plasma. Bocelli ha così contribuito alla sperimentazione avviata dall'azienda ospedaliero universitaria pisana per testare su pazienti infettati dal coronavirus l'effetto terapeutico del plasma prelevato da pazienti guariti dal contagio.

Lo ha spiegato lui stesso ai giornalisti, precisando di aver saputo di aver contratto il virus il 10 Marzo scorso, dopo essersi sottoposto al tampone nasofaringeo.

"Quando l'ho saputo stavo bene, ho fatto anche un tuffo in piscina - ha spiegato Bocelli - Poi mi è sembrato di vivere in un brutto sogno ma non ho avuto particolari problemi, solo un po' di febbriciattola, 37,2, 37,3. In pratica sono stato asintomatico".

Il virus ha contagiato anche i figli e la moglie di Bocelli, Veronica Berti. Oggi stanno tutti bene.

"C'è una relativa scarsità di malati da arruolare - ha spiegato l'infettivologo Francesco Menichetti, coordinatore delle sperimentazione sulla plasmaterapia - Fatta eccezione di alcune zone del nord Italia, dove ancora ci sono casi significativi, in generale c'è una flessione del covid classico, sintomatico, e delle polmoniti lievi, moderate e gravi. Ma questa difficoltà a trovare pazienti è benvenuta".

"Capisco che c'è stato un momento difficilissimo quando c'è stata l'emergenza negli ospedali - ha detto ancora Bocelli - Però ora mi guardo intorno e vedo una situazione assolutamente normale, quello che non è normale è il comportamento di coloro che ancora oggi temono questo virus come la lebbra e un Paese in ginocchio perchè le attività stentano a riprendere. Il fatto che un virus che appartiene alla famiglia dei virus che portano l'influenza, il raffreddore, il mal di gola possa mettere in ginocchio un mondo intero è una cosa che ancora oggi faccio fatica a metabolizzare".

Bocelli ha poi voluto spiegare su Facebook perchè non ha voluto rivelare subito di essere stato contagiato.

"La pandemia che ha turbato il mondo ha coinvolto, seppure in modo lievissimo e pressoché asintomatico, anche la mia persona e alcuni membri della mia famiglia - ha poi scritto Bocelli sul suo profilo Facebook - Per non allarmare inutilmente i miei fan, per rispetto verso coloro che hanno contratto il virus con ben altre conseguenze, ed anche per tutelare la mia famiglia, non ho ritenuto opportuno divulgare la notizia. Perfettamente guarito già prima della fine di marzo, oggi nuove priorità m’impongono di rinunciare a quel riserbo che ho finora perseguito quale scelta di responsabilità. Ho immediatamente risposto “presente” alla possibilità di donare il sangue, per lo studio sulla cura del Covid. Un piccolo gesto – ma irrinunciabile – con cui faccio la mia piccola parte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità