Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Cronaca martedì 04 luglio 2017 ore 14:32

Truffe alle imprese, esposto in Procura

In questi giorni sono stati segnalati casi di raggiro tramite bollettini postali relativi al versamento del diritto annuale alla Camera di Commercio



PISA — Alcune imprese hanno segnalato il ricevimento di bollettini postali precompilati recanti la denominazione “C.C.I.A.A. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA” e richiedenti pagamenti “obbligatori” per l’iscrizione nella “Sezione mediatica del Centro Servizi Telematici” del sito www.registrotelematicoimprese.it

Addirittura è prevista una maggiorazione in caso di mancato rispetto della scadenza indicata sul bollettino.

La Camera di Commercio di Pisa ha fatto sapere che "E' completamente estranea a questa procedura ed ha già provveduto ad inviare un esposto alla Procura della Repubblica". 

L'unico tributo dovuto all'Ente camerale è il “Diritto Annuale”, che non si assolve con bollettino postale ma con modello F24 oppure on line sulla piattaforma Pago PA.

Le imprese che abbiano ricevuto comunicazioni di questo genere sono invitate a segnalarlo agli uffici camerali (tel. 050-512.234-339-294-237 – email: comunicazione@pi.camcom.it).

E’ anche consigliabile consultare il vademecum anti-inganni sul sito dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato www.agcom.it

.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Unica soluzione per non perdere le spiegazioni del prof, vista l'alternanza di lezioni in presenza e a distanza e la mancanza di spazi disponibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Lavoro