QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 21 marzo 2019

Attualità sabato 19 settembre 2015 ore 11:00

Il Pd favorevole all'arrivo del Cuoio nell'Asl 5

La sezione locale approva le scelte a livello regionale in ambito sanità: "Siamo punto di riferimento anche per Valdicecina e Valdarno"



PONTEDERA — Il Pd di Pontedera ritiene fortemente auspicabile il passaggio dei Comuni del Valdarno Inferiore nella Area Vasta Costa”.

La sezione Pontederese è favorevole e condivide le riforme della Regione per una razionalizzazione dei costi nell'ambito della sanità: “I crescenti costi dei processi di diagnosi e di cura - proporzionali al positivo aumento della speranza di vita dei cittadini e allo sviluppo delle nuove tecnologie in campo medico -, i profondi cambiamenti in essere nella nostra società, la consistente riduzione dei trasferimenti statali e la gravità e la persistenza della crisi economica stanno mettendo a dura prova il mantenimento del sistema sanitario e sociale toscano e rendono necessari provvedimenti più strutturali rispetto a maggiori economie, tagli o dolorosi sacrifici nell’erogazione dei servizi al cittadino. La Regione Toscana ha pertanto deciso, con puntuale e apprezzabile senso di responsabilità, di approntare una importante opera di riorganizzazione dell’intero sistema sanitario regionale. Una riforma strutturale che, pur in un contesto di razionalizzazione delle prestazioni, non solo garantisca la salvaguardia del fondamentale Diritto alla Salute come enucleato nel dettato costituzionale, ma mantenga i soliti elevati standard dei servizi a cui i cittadini toscani sono abituati. Questa riorganizzazione del sistema avrà importanti ricadute anche per il nostro territorio”.

Gli investimenti a Pontedera e i numeri - “Sul presidio sanitario di Pontedera la Regione in questi anni ha investito importanti capitali - circa 20 milioni di euro negli ultimi 15 anni - rendendolo un punto di riferimento non solo della Valdera, ma del Valdarno, della Valdicecina e del livornese. Il dato sul numero degli accessi volontari lo testimonia: nel 2014, 1109 cittadini di Castelfranco hanno usufruito del Pronto Soccorso di Pontedera, 1482 sono stati quelli provenienti dal comune di Montopoli, 588 da San Miniato e 646 da Santa Croce sull’Arno. Una tendenza che conferma quanto registrato anche negli anni precedenti”.

Sinergie - “Inoltre, il costante rapporto con l’Università di Pisa e la sinergia con il polo tecnologico del Sant’Anna dimostrano come il Lotti possa essere centro di formazione di nuove competenze e capacità (la presenza della facoltà di infermieristica) e luogo di attrazione e di sperimentazione di nuove tecnologie in campo medico. In questo senso, nel pieno rispetto degli scopi e delle finalità della riforma del Servizio Sanitario Regionale, al fine di confermare la bontà delle scelte fin qui compiute e dei relativi investimenti sul presidio sanitario di Pontedera e, soprattutto, a tutela della salute dei cittadini della Valdera e del Valdarno il Partito Democratico ritiene che le suddette due aree possano trovare una intesa e unire le proprie forze in maniera tale da mantenere la loro centralità e evitare di diventare zona di periferia rispettivamente delle costituende Area Vasta Centro e Area Vasta Costa”.

Di buon auspicio il passaggio dei Comuni del Valdarno all'area costiera - “A tal fine, di fronte a un percorso condiviso con enti e amministrazioni, e, in primis, nel pieno rispetto delle preferenze dei cittadini del Valdarno - testimoniate dai dati sull’accesso al Lotti - il Pd di Pontedera ritiene fortemente auspicabile il passaggio dei Comuni del Valdarno Inferiore nella Area Vasta Costa”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica