QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 16 febbraio 2020

Lavoro martedì 17 dicembre 2019 ore 12:30

Internalizzazioni Geofor, l'Usb canta vittoria

"La lotta esemplare dei lavoratori dell’Igiene Ambientale ottiene il massimo dei risultati grazie a tre anni di scioperi e mobilitazioni"



PISA — La notizia che Geofor Spa rinuncerà alla esternalizzazione di alcuni servizi, a cominciare dalla raccolta rifiuti nell'area pisana e procedendo con l'assunzione diretta di 178 lavoratori, è stata accolta positivamente sia dagli amministratori locali (Internalizzazioni Geofor, Franconi plaude) sia dal mondo sindacale.

Di seguito il comunicato con cui l'Unione sindacale di Base Federazione di Pisa festeggia la notizia, considerando anche un suo merito la strada ora intrapresa da Geofor.

"La lotta dei lavoratori di AVR ATI E GEECO e il suo risultato vittorioso è il frutto di un impegno diretto e “solitario” dell’Unione Sindacale di Base, durato tre anni, durante i quali i lavoratori sono stati sottoposti ad enormi sacrifici, in termini economici, di fatica fisica e psicologica, per ottenere dei diritti elementari come un contratto uguale per uguali mansioni, parità di salario a parità di lavoro, l’adeguatezza dei mezzi e degli ambienti di lavoro. 13 scioperi, presidi davanti alla Geofor e ai comuni di Pisa e provincia, tante manifestazioni. Se non ci fosse stato questo impegno oggi non avremmo ottenuto un risultato così importante.

Nell’agosto 2016, quando partimmo con la lotta dei lavoratori CFT passati ad AVR con un pessimo accordo, che prevedeva il multiservizi, il jobs act e che inoltre metteva i lavoratori in mano ad una azienda con mezzi di lavoro inadeguati, senza spogliatoi e molte altre carenze infrastrutturali, nessuno si sarebbe immaginato l’epilogo di oggi. Nessuno lo credeva possibile perché l’accordo, come accade da troppi anni in ogni settore lavorativo, era siglato da CGIL CISL e UIL e veniva venduto come “buono”, pur stabilendo per legge non solo una differenza salariale con i lavoratori dell’appaltante Geofor ma anche con i lavoratori già presenti in AVR, sancendo la legittimità di stesso lavoro con diverso salario e diversi diritti.

Da troppo tempo in questo paese il sistema degli appalti all’interno dei servizi pubblici determina: sfruttamento dei lavoratori, peggioramento del servizio per i cittadini, aumento delle tariffe, spreco di denaro pubblico, dalla sanità alla scuola, alla gestione delle autostrade e dei viadotti, degli aeroporti e così via. L’USB da sempre combatte la privatizzazione e l’esternalizzazione dei servizi pubblici, mettendo in evidenza la responsabilità diretta dell’Unione Europea, attraverso le sue ‘raccomandazioni’, che impongono la privatizzazione dei servizi pubblici essenziali, perché l’obiettivo esclusivo è la creazione di un ambiente favorevole al mercato, contro lavoratori, cittadini e ambiente.

Recentemente abbiamo vinto, dopo 20 anni, la lotta esemplare dei lavorati precari ex LSU_ATA che oggi diventano lavoratori pubblici. Quella di Pisa è un’altra una lotta esemplare, peché rompe un sistema che sembra ormai l’unico possibile: esternalizzazioni, privatizzazioni, appalti e subappalti. La lotta dei lavoratori AVR, GEECO e ATI ristabilisce il principio della reinternalizzazione come unica strada per garantire un adeguato servizio pubblico e il rispetto dei diritti dei lavoratori".



Tag

Frecciarossa deragliato, il time-lapse della rimozione dai binari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Politica