QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°22° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 25 aprile 2019

Attualità venerdì 08 aprile 2016 ore 17:20

18 aziende pisane al Vinitaly

La Camera di Commercio di Pisa protagonista della promozione internazionale del territorio, lo farà anche col vino della provincia



PISA — Vinitaly 2016, la più grande kermesse dedicata al vino e ai distillati, che si svolgerà a Verona dal 10 al 13 aprile, è giunta alla 50esima edizione. Si tratta di uno degli eventi più amati dai wine lover che chiama ogni anno a raccolta produttori, importatori, distributori, ristoratori, tecnici, giornalisti, opinion leader e che, in mezzo secolo, ha seguito e accompagnato l'evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale e internazionale.

La Camera di Commercio di Pisa, consapevole dell’importanza di una vetrina frequentata da oltre 150.000 visitatori, parteciperà all’iniziativa, assieme a 18 aziende vitivinicole pisane, con uno stand collettivo a rappresentanza dell’eccellenza enologica del territorio.

Quest’anno i produttori pisani, grazie Vinitaly International, potranno promuovere il loro vino sui principali mercati mondiali attraverso specifici incontri degustativi con buyers provenienti da USA, Canada, Polonia, Azerbaijan.

Durante questo evento le imprese incontreranno delegazioni commerciali di oltre 50 paesi e professionisti del settore provenienti da tutto il mondo. Sono, infatti, consapevoli che, per continuare a crescere, sia necessario imparare ad approcciare Paesi e aree geografiche differenti con specifiche politiche di prodotto e di prezzo.

Incoraggianti i dati Istat sulle esportazioni di bevande (principalmente vino) a Pisa. Segnalano, infatti, una tendenza costante di crescita che ha consentito di passare dai 25milioni di euro del 2000 ai 45milioni del 2015. In particolare negli Usa, nostro tradizionale mercato di riferimento grazie alla significativa presenza della ristorazione italiana, ma anche in Brasile, Hong Kong e Australia. Continuano, invece, a perdere terreno altre piazze importanti come il Regno Unito e la Germania che comunque, assieme gli Stati Uniti, rappresentano più del 50% delle esportazioni pisane di vino e di alcolici.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca