Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Juventus-Roma, Orsato a Cristante: «Il vantaggio sul rigore non si dà mai. Dai la colpa a me perché hai sbagliato il rigore?»

Attualità lunedì 20 aprile 2015 ore 11:16

700 migranti dispersi, Usb scende in piazza

"La notizia delle morti in seguito al capovolgimento di un barcone a circa 60 miglia delle coste libiche è un vero crimine"



PISA — L'Unione sindacale di base scende in piazza contro "una guerra che costringe le persone a fuggire per la salvaguardia della propria vita e della vita dei propri familiari". Oggi, lunedì 20 aprile alle 18, è in programma un presidio in piazza XX settembre.

"La notizia della morte di 700 migranti in seguito al capovolgimento della barca, a circa 60 miglia delle coste libiche e a circa 120 miglia dall’Isola di Lampedusa - si legge in una nota dell'Usb-  è un vero crimine".

"Le misure d’impoverimento di massa determinate dalle politiche del Fondo Monetario Internazionale (FMI), della Banca Mondiale (BM) e della Banca Centrale Europea (BCE) insieme ai conflitti geo-politici dall’Africa al Medi oriente ci danno conferma di una guerra totale in corso -prosegue-. Le dichiarazione di circostanza di queste ore, prive di senso e di umanità, sono un vero atto di ipocrisia. Perché tutti i governi che compongono l’Unione Europea da una parte sono riusciti, in tempi immediati, a imporre le politiche di austerity alle popolazioni con risultati devastanti in termini di disoccupazioni in Europa e dall’altra, lascia morire nel Mediterraneo le persone. Senza parlare dei sopravvissuti, ai quali riserva la gabbia di centri di accoglienza e permanenza disumani, dove i naufraghi sono abbandonati a se stessi
La soluzione alla crisi dei flussi migratori esiste: fermare le guerre economiche e militari contro i paesi a noi vicini (la Libia è stata distrutta dai bombardieri francesi, inglesi ed italiani), instaurando invece relazioni economiche, sociali, culturali e politiche opposte a quelle volute dalle multinazionali e dallo sfruttamento capitalistico. altrimenti sempre più disperati che fuggiranno dalla miseria e dai bombardamenti, sempre più saranno i morti, il razzismo aumenterà aprendo le porte a nuove guerre".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Bruno Renato Mariotti

Domenica 17 Ottobre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Sport

Attualità