comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°27° 
Domani 21°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 02 luglio 2020
corriere tv
Il sindaco di Sesto prende in giro i vigili di Milano in monopattino: il video con la musica dei Chips

Spettacoli lunedì 17 febbraio 2014 ore 11:41

Accardo e l'Orchestra da Camera Italiana ai Concerti della Normale

Martedì uno degli appuntamenti più attesi della rassegna ideata dalla Scuola. Sul palco anche Laura Gorna



PISA — È uno dei concerti più attesi della rassegna musicale ideata dalla Scuola Normale Superiore.
Sul palco del Teatro Verdi, martedì 18 febbraio alle 21, salirà Salvatore Accardo, il violinista considerato tra i migliori interpreti della scena attuale. Per I Concerti della Normale, sarà accompagnato da un’altra virtuosa dello strumento, Laura Gorna e dai 13 musicisti dell’Orchestra da Camera Italiana diretti dallo stesso Accardo per un programma pensato per esaltare le doti tecniche dei due protagonisti, con musiche per violini e archi di Camille Saint-Saëns, Franz Schubert, Silvia Colasanti.

Salvatore Accardo è unanimemente riconosciuto come uno dei più grandi violinisti viventi. Compositori quali Sciarrino, Donatoni, Piston, Piazzolla, Xenakis gli hanno dedicato loro opere. Non solo grande esecutore, ma anche attivo maestro, nel 1996, a dieci anni dall’istituzione dei corsi di alto perfezionamento all’Accademia Walter Stauffer di Cremona, decise di fondare un’orchestra d’archi con i migliori allievi ed ex allievi dell’Accademia.
Nasce così l’Orchestra da Camera Italiana i cui componenti - unico esempio al mondo - discendendo tutti dalla stessa scuola, hanno raggiungono un’unità espressiva, tecnica e stilistica.

In questo contesto si inserisce la giovane Laura Gorna, diplomata con il massimo dei voti al Conservatorio di Milano e perfezionata in seguito con lo stesso Accardo. Il programma della serata propone tre autori diversissimi, ma accomunati dal virtuosismo necessario all’esecuzione degli interpreti: Saint-Saëns con due opere per violino e orchestra (l’83 e 28); la giovanissima compositrice Silvia Colasanti (nata nel 1975) con il Capriccio a Due per due violini e orchestra d’archi; e infine Schubert con il Quartetto per archi n. 14 in re minore La Morte e la Fanciulla. 

Il maestro Salvatore Accardo suona La Campanella col cannone di Paganini


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità