Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA21°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crolla a peso morto alle parallele: Simon Biles spiega i «twisties» con un video su Instagram

Attualità lunedì 07 agosto 2017 ore 09:33

Un museo per i gessi dell'Ottocento

L'assessore Luca Nannipieri

L'assessore alla cultura Luca Nannipieri annuncia la realizzazione della gipsoteca comunale: "Sarà inaugurata entro l'autunno"



CASCINA — I gessi ottocenteschi del liceo artistico Russoli di Pisa e Cascina trovano nuova casa nella sede della biblioteca comunale di Cascina. 

"La nascita nella gipsoteca- assicura l'assessore alla cultura Luca Nannipieri- avverrà entro l'autunno" dando così la possibilità di "musealizare i molti gessi storici dell'Ottocento di proprietà del Russoli finora depositati in alcuni magazzini comunali" conclude l'assessore.

I lavori di allestimento della gipsoteca sono già in corso e vedono la stretta collaborazione del liceo artistico e della soprintendenza.

"Sarà un luogo aperto a tutti, gratuitamente, aperto ai ragazzi delle scuole che vi potranno fare studi di disegno e di storia dell'arte -aggiunge Nannipieri-  lasciando ovviamente alla biblioteca la piena disponibilità di continuare a fare attività convegnistica, conferenze, dibattiti e aula studio".

"Assieme alla riapertura del trecentesco Oratorio di San Giovanni Battista, con la collana di libri prestigiosi inaugurata proprio da uno studio sull’Oratorio - sottolinea l'assessore -  è il mio modo di dimostrare che il tempo passa, la cultura e il patrimonio storico artistico restano. Una Gipsoteca dura nei decenni, anche nei secoli, dà identità ad un territorio, lo valorizza, lo innalza. Ho coinvolto da subito l'archeologo Renato Guerrucci per la diagnosi, la ricerca storico scientifica e l’allestimento, e la consigliera comunale Aurora Giannotti per la parte operativa".

Nella gipsoteca saranno esposte statue, busti, mezzibusti, basso e alto rilievi di figure mitologiche e le rielaborazioni di opere d’arte classiche tra cui calchi del Tondo della Madonna con bambino di Michelangelo, la Venere di Milo, il Sileno con Bacco bambino, il Gladiatore Borghese, la Madonna lattante di Giovanni Pisano, il piede dell’Ercole Farnese e repliche di importanti statue della classicità. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una drammatica verità venuta alla luce con la comparazione del Dna. Il cadavere trovato nelle campagne di Orzignano è di Francesco Pantaleo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Attualità

Cronaca