Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:23 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità lunedì 12 settembre 2016 ore 09:05

La matematica si impara con il metodo analogico

L'innovativa tecnica ideata da Camillo Bortolato aiuta i bambini nell'apprendimento grazie a metafore e analogie. Formati 100 insegnanti



CASCINA — Più di 100 insegnanti di Cascina, Calcinaia e Vicopisano hanno partecipato al corso di formazione per facilitare l'apprendimento della matematica grazie all'innovativo e sperimentale Metodo analogico. Il  corso, organizzato dai dirigenti scolastici Beatrice Lambertucci e Federico Betti, con la partecipazione dell'assessore all'istruzione Luca Nannipieri, si è svolto sabato 10 settembre nella scuola Duca D'Aosta di San Frediano a Settimo, promosso dalla Rete Ali, costituita dai tre istituti comprensivi del Comune di Cascina e dagli istituti comprensivi di Calcinaia e di Vicopisano.

A spiegare l'innovativo metodo analogico che avvicina i bambini alla comprensione della matematica grazie a metafore e analogie, è stato chiamato Fausto Loreto Amenta, collaboratore di Camillo Bortolato, ideatore del metodo.

Afferma l'assessore Luca Nannipieri: "Scriveva il poeta Arthur Rimbaud che la scienza era troppo lenta per noi, con ciò dichiarando una cosa che sperimentiamo tutti i giorni: ovvero che la conoscenza non passa attraverso soltanto indagini, ricerche e procedimenti di ordine razionale e positivo, ma anche attraverso accostamenti, rivelazioni, esperienze non argomentative, non cartesiane. La poesia, la letteratura, fin da Omero, la pittura e la scultura fin dalle origini assire e babilonesi, hanno insegnato che esiste una conoscenza che non è calcolatrice, ma analogica, esperienziale. Impariamo da Giacomo Leopardi la cognizione della misura e dell'infinito attraverso una messa a fuoco poetica del concetto di infinito che non è razionale, eppure impariamo lo stesso. Per questo sono davvero molto grato ai dirigenti Lambertucci e Betti che hanno voluto avvicinare le insegnanti (e dunque i bambini e i ragazzi) alla comprensione di questo metodo analogico applicato alla matematica".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità