comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°29° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 12 luglio 2020
corriere tv
Incendio al ministero del Lavoro a Roma, il video inedito dell'interno

Cronaca martedì 30 giugno 2020 ore 09:21

Minacce a Sorrente per la strada a Craxi

Carlo Sorrente, segretario provinciale del Psi

Il consigliere provinciale del Psi, Carlo Sorrente, minacciato di morte sui social da un anziano presentatosi come militante dell'Anpi



CASCINA — Carlo Sorrente, segretario provinciale del Psi, è impegnato in questi giorni sui social a difendere la figura di Bettino Craxi, all'indomani del voto favorevole in consiglio comunale per intitolare una strada o una piazza di Cascina allo storico leader socialista. Un voto che ha fatto discutere: l'Anpi ha chiesto al consiglio di riflettere (Una strada per Craxi, Anpi contro il Comune) e un sedicente militante dell'associazione è arrivato a minacciare di morte Sorrente

A renderlo noto è stato lo stesso segretario del Psi, secondo il quale l'associazione partigiani dovrebbe prendere una posizione netta sulla vicenda.

Sorrente ha riferito di aver segnalato e fatto rimuovere da Facebook il commento contenente minacce, scritto da un "sedicente comunista e militante dell'Anpi pisano cascinese che si è sentito in dovere di minacciare me e la mia famiglia figli compresi anche in una videochiamata".

"Sono con Paola Viegi - ha aggiunto Sorrente, difendendo la consigliera comunale che ha presentato l'ordine del giorno per intitolare una strada a Craxi -: io e la mia famiglia non abbiamo paura! Non l'abbiamo mai avuto la paura né la hanno avuta i miei nonni e zii nel '43 partigiani nel Turchino né mio padre nel 45-48 azionista e nenniano e nemmeno mio fratello Giuseppe giovane militante della Fgci con la maglietta a strisce contro il governo Tambroni nel 1960, né tampoco il sottoscritto giovane segretario provinciale del P.S.I. a Pisa nel 1992 quando "tintinnavano le manette" ed era tutto un fuggi fuggi".





Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Politica