QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°21° 
Domani 19°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 16 giugno 2019

Attualità sabato 30 luglio 2016 ore 14:23

"Questa è pulizia etnica"

L'associazione Nazione Rom critica fortemente gli sgomberi in atto in Toscana e chiama in causa direttamente il sindaco di Cascina



CASCINA — Con una lettera inviata ieri del 29 luglio 2016, indirizzato, al Sindaco Susanna Ceccardi del Comune di Cascina , al Sindaco Filippo Nogarin di Livorno, al Sindaco Mario Ferrari di Portoferraio - Isola d'Elba, al Commissario Prefettizio Fabrizio Stelo di Viareggio, al Sindaco Dario Nardella di Firenze, al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Ministro delle Pari Opportunità Maria Elena Boschi, al direttore Unar Francesco Spano, Marcello Zuinisi legale rappresentante dell'Associazione Nazione Rom (ANR) ha diffidato le istituzioni, chiedendo di "Fermare la pulizia etnica in atto nei territori, gli sgomberi, le ordinanza razziste" anti Rom, Sinti e Caminanti (RSC)


Il documento indirizzato inoltre ai Prefetti di Pisa, Livorno, Lucca, Firenze, all'Autorità Nazionale Anticorruzione, alla Procura della Repubblica di Lucca, alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ed alla Commissione Europea chiede di implementare nel territorio nazionale e nella Regione Toscana la Strategia Nazionale di Inclusione dei RSC, la sua governance, in attuazione agli Accordi Quadro Strutturali Eu. 


"Da aprile 2016 - viene scritto in una nota inviata alla stampa - Associazione Nazione Rom ha ufficialmente richiesto, tramite protocolli istituzionali alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, all'Agenzia di Coesione Territoriale, alla Regione Toscana, alla Città Metropolitana ed al Comune di Firenze, l'adeguamento del partenariato e della governance nei Comitati di Sorveglianza del PON Città Metro, del PON Inclusione, dei programmi FES, FESR e FEASR 2014 - 2020. La richiesta in attuazione e rispetto del regolamento UE n. 1303/2013. Si tratta delle strutture istituzionali di garanzia che gestiscono i sei miliardi di euro più uno stanziati dalla Commissione Europea all'Italia nel corso del 2015. Programmi che dovrebbero garantire una casa, il lavoro, la scuola e la sanità per i più poveri, per RSC.

Ad oggi il denaro è sparito e nei territori si assiste ad una azione paragonabile ad una vera pulizia etnica. Per questi motivi ANR ha denunciato alla Procura della Repubblica di Lucca il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Ministro Boschi ed il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. In Italia i diritti non vengono garantiti. Solo il rispetto della Strategia Nazionale e degli Accordi Eu può arrestare questa deriva istituzionale nella illegalità e nel razzismo anti Rom. Un impegno a cui nessuno può sottrarsi".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Spettacoli

Attualità