Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:17 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Politica giovedì 07 agosto 2014 ore 15:15

Chiese in degrado e opere che spariscono

Interrogazione 5 stelle della senatrice Paglini al ministro Franceschini: "Il patrimonio storico-artistico appartiene alla collettività"



PISA — La gestione del patrimonio artistico pisano è diventata un'interrogazione parlamentare al ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini. Presentata dalla senatrice 5 stelle Sara Paglini, l'interrogazione chiede di verificare "i criteri di sicurezza e l'efficienza nella gestione e conservazione del patrimonio culturale pisano" e interroga il ministro su "quali azioni, date le gravi negligenze riscontrate, siano state messe in atto al fine di verificare i criteri di sicurezza e l'efficienza nella gestione del patrimonio culturale pisano, sia per il caso delle opere sottratte al museo nazionale di San Matteo, che per la gestione delle mura medievali di Pisa e quali azioni intenda adottare per scongiurare il ripetersi di casi simili".

Nell'interrogazione, la chiesa di Sant'Antonio in Qualquonia diventa l'esempio della "negligenza con cui è stato gestito negli ultimi decenni il patrimonio artistico della città, come emerge dallo stato di grave abbandono e degrado della chiesa, le cui tele sono state ritrovate nei depositi della Soprintendenza dopo l'intervento del Movimento 5 Stelle (10 febbraio 2014) e il caso delle due tavole fiamminghe raffiguranti La Vigilanza e La Giustizia, uscite dal Museo Nazionale di San Matteo per un restauro e ritrovate sul mercato antiquario parigino". 

Come emerge dall'interrogazione depositata dal M5S al Senato, a questa situazione si è aggiunto il recente caso della gestione delle Mura medievali, "affidate a un'associazione culturale, senza nemmeno effettuare un bando pubblico. Come ricorda l'articolo 9 della Costituzione, la Repubblica tutela il paesaggio ed il patrimonio storico-artistico della Nazione e suddetto patrimonio non è un bene privato, ma appartiene alla collettività".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso, riguardante l'ospedale Santa Chiara, è stato portato all'attenzione pubblica dalla trasmissione di Rete4 "Fuori dal coro"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità