Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:29 METEO:PISA18°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Piero Angela, l'ultima volta in tv: «Io come la Regina Elisabetta: lavoro da 70 anni per la Rai»

Attualità venerdì 13 marzo 2020 ore 19:54

Dall'agricosmetica il disinfettante al rosmarino

Già in viaggio verso le farmacie di tutta Italia il gel disinfettante "etico" prodotto dell'azienda agricola Speziali Laurentiani di Matteo Bacci



CRESPINA LORENZANA — C'è in produzione un gel disinfettante al rosmarino, prodotto dall'azienda agricola Speziali Laurentiani di Lorenzana che viene presentato come "un'idea semplice ma geniale", un prodotto "etico, di origine agricola, contro gli sprechi e le speculazioni". Tanto che, nato meno di una settimana fa, è già in distribuzione in tutta Italia e in produzione per migliaia di litri. 

Matteo Bacci, Fabrizio Filippi (Coldiretti) e elisabetta montesissa

A raccontare questa storia è Matteo Bacci, che guida l'azienda insieme alla moglie e a quattro storiche operaie. "Produciamo agricosmetica da anni, in particolare per la Msc Crociere - racconta -. Ma con il blocco navale l'attività si è fermata e abbiamo dovuto mandare a casa le nostre dipendenti, con cui c'è un legame quasi familiare da tempo. Non è stato facile. Fra le tante preoccupazioni ci siamo resi conto della difficoltà sempre più diffusa a reperire gel igienizzante, e così abbiamo avuto un'idea: prendere la formula nota dei disinfettanti come l'Amuchina, e rimetterla a punto in chiave agricola".

"Noi - aggiunge - utilizziamo da sempre il rosmarino officinale di nostra produzione. Nei processi di distillazione per gli oli essenziali si produce dell'acqua aromatica, che non ha valore economico e viene considerata come scarto, ma ha proprietà chimiche. Abbiamo quindi deciso di sostituire l'acqua demineralizzata con l'acqua aromatica di rosmarino, che ha anche proprietà antisettiche e antinfiammatorie. Ci siamo poi resi conto che c'era una grande speculazione sia sull'alcool che sul packaging, quindi abbiamo pensato a due soluzioni: per l'alcool ci siamo rivolti a liquorifici che lo producono per uso alimentare, quindi a costi inferiori. Mentre per le confezioni, abbiamo preso spunto dal settore enologico e abbiamo utilizzato i bag-in-box da 5 litri, come quelli per il vino".

Così è nato "Gel mani alcolico con estratto di rosmarino", un prodotto che in meno di una settimana ha raccolto la curiosità di decine di farmacie in tutta Italia che hanno ordinato grossi quantitativi, oltre ad aver rivoluzionato e letteralmente salvato la vita dell'azienda: "Abbiamo ordini per migliaia di litri. Grazie a questo prodotto abbiamo potuto richiamare a lavorare le nostre operaie, e ora siamo tutti e sei all'opera su tre turni, giorno e notte, più una persona extra che si occupa delle consegne". 

L'idea, assicurano, è anche etica. "Per le farmacie il nostro prodotto è un risparmio importante, perché noi oltre al bag-in-box forniamo anche dei flaconi in cui possono versare il gel, e i clienti possono riportarlo in farmacia per farlo riempire di nuovo una volta finito. Con grande risparmio di plastica". La scelta delle materie prime è un'ulteriore conferma: "L'acqua di rosmarino è considerata scarto, ma per noi è una materia prima. Crediamo fermamente nell'economia circolare, su questo non facciamo deroghe".

Il gel viene prodotto nel laboratorio di agricosmetica della Speziali Laurentiani, che ha tutte le necessarie autorizzazioni per attività di questo tipo. Inoltre non è un dispositivo medico sanitario, ma rispetta la concentrazione alcolica (superiore al 60%) che lo rende un disinfettante valido a tutti gli effetti. 

La richiesta in poche ore è stata così importante che i due ettari di terreno dedicati al rosmarino non sono più sufficienti e l'azienda ha quindi coinvolto altri coltivatori diretti, che ora possono lavorare. 

"Senza la confederazione Coldiretti non sarebbe stato possibile - commenta Matteo Bacci -. Quando ho parlato con il Presidente Fabrizio Filippi dell'idea, loro si sono subito attivati per mettermi in contatto con le aziende che avrebbero potuto aiutarci. In quattro giorni abbiamo raggiunto questo risultato". 

Parte dei ricavati sarà devoluta in beneficienza: "Abbiamo ideato questo prodotto per sottrarci alle logiche speculative, e ci sembra doveroso contribuire come possiamo a questa emergenza". "Siamo orgogliosi - commenta il presidente di Coldiretti Pisa Fabrizio Filippi - della capacità delle nostre aziende di saper fare fronte a momenti difficili come questi, mostrando solidarietà, intelligenza e sostenibilità nelle produzioni".

Il gel di Speziali Laurentiani sarà domani sui banchi del mercato di Campagna Amica di Pisa e in quello del Circo Massimo a Roma.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I due pazienti, entrambi residenti in provincia di Pisa, sono in isolamento domiciliare. Contatti sotto sorveglianza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità