Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità venerdì 11 settembre 2015 ore 17:00

Depressione: ecco maglietta monitora parametri

La ricerca congiunta tra il centro di ricerca Enrico Piaggio e l'Azienda ospedaliera pisana ottiene un finanziamento da cinque milioni



PISA — Una maglietta ad alta tecnologia che i pazienti che hanno una patologia somatica potranno indossare per monitorare vari parametri fisiologici, compresi funzionalità cardiaca e respiratoria.

 La depressione è infatti una malattia complessa che porta con sé anche una moltitudine di cambiamenti che, per quanto non possano essere percepiti dal paziente, sono misurabili e rappresentano uno strumento efficace su cura ed effetti della terapia.

Il progetto, che si chiama "Nevermind", tutto made in Pisa, ha ottenuto un maxi-finanziamento da parte della Commissione Europea, proprio per la sua novità. il connubio tra bioingegneria e psicologia clinica rappresenta infatti un approccio multidisciplinare e integrato per avvicinare sempre più la psichiatria alle altre branche della medicina.

La maglietta sarà usata per studiare pazienti nefrotici a Pisa, oncologici a Torino, cardiopatici e amputati in Portogallo e per prevenire casi di suicidio in Svezia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane, 23 anni, è stato fermato all'aeroporto e portato in carcere. Dovrà scontare una pena per rapina e lesioni personali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità