Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, la lezione di Burioni: «Il vaccino ha salvato 500 mila vite in Europa. Vogliatevi bene e vaccinatevi»

Cronaca sabato 24 marzo 2018 ore 10:12

E' morto il fondatore di Avis Pisa

Manrico Mazzoni con Paolo Ghezzi

Lutto nel volontario per la scomparsa Manrico Mazzoni. Originaio di Orentano, ha guidato l'associazione dal 1971 al 1992. Aveva 90 anni



PISA — Cordoglio a Pisa e provincia per la scomparsa a 90 anni di Manrico Mazzoni, fondatore e guida dell'associazione Avis Pisa per 21 anni, a partire dal 1971.

Questo il ricordo dell'attuale presidente dell'Avis pisana, Paolo Ghezzi.

"Ci sono persone che lasciano una traccia profonda sul proprio cammino. Una traccia che per alcuni diventa una guida di vita e per molti altri una speranza concreta. Manrico Mazzoni è stata una di quelle persone. Ha fondato nel 1971 l’AVIS di Pisa di cui per venti anni è stato presidente promuovendo il dono del sangue come gesto anonimo, volontario e gratuito. Nell’Associazione ha ricoperto ogni ruolo, compreso quello di Presidente Regionale, ma prima di tutto è sempre stato un semplice volontario attivo.

Ha costruito generazioni di nuovi donatori, consentendo a molti giovani di esprimere un patrimonio di solidarietà interiore che si è trasformato in cura e speranza di vita. E’ stato lui ad insegnarmi il significato del dono del sangue e a coinvolgermi attivamente nell’AVIS lasciandomi il testimone di una lunga presidenza che in questi 25 anni mi auguro di aver interpretato al meglio nella continuità dei suoi insegnamenti.

Manrico ci ha lasciato a pochi giorni di distanza dal suo, e nostro, caro amico Mario Dominici, colonna storica dell’AVIS di Volterra. Forse non è un caso. Sicuramente è una fase che si chiude ma che lascia una testimonianza indelebile nella comunità.

La nostra famiglia di avisini, di volontari e promotori della cultura del dono si sente oggi impoverita, priva di quei riferimenti storici che ne hanno caratterizzato la crescita.

Ciao Manrico, ci mancherai".

La camera ardente è stata allestita nelle sale della Pubblica Assistenza di via Bargagna. Il funerale avrà luogo domani, domenica 25 marzo, alle 11,30 nella chiesa di San Sepolcro a Pisa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità