QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità lunedì 09 marzo 2015 ore 09:44

Elettroencefalografia, un corso a Tirrenia

Il percorso formativo è promosso dalla Società italiana di neurofisiologia clinica e dall’Associazione italiana tecnici di neurofisiopatologia



PISA — Da oggi  fino a sabato 14 marzo, si svolgerà a Tirrenia (Grand Hotel Continental), la 14esima edizione del corso residenziale di Elettroencefalografia e tecniche correlate, promosso dalla Sinc (Società italiana di neurofisiologia clinica) in collaborazione con l’Aitn (Associazione italiana tecnici di neurofisiopatologia) e con il patrocinio della Sin (Società italiana di neurologia). E' la quattordicesima volta consecutiva che le associazioni nazionali affidano alla scuola pisana la responsabilità di gestire le proprie attività formative.

Il corso è organizzato dalla Sezione dipartimentale Neurologia di Cisanello (Dipartimento di Neuroscienze dell’Aoup) e dal Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Pisa. Coordinatore locale e responsabile, il professor Ferdinando Sartucci, presidente del corso di laurea in Tecniche di neurofisiopatologia e responsabile della Sezione dipartimentale.

Il corso è di tipo residenziale, a numero chiuso e limitato, e si avvale del contributo dei maggiori esperti, a livello nazionale e internazionale, nel settore dell’elettroencefalografia e delle tecniche ad essa correlate, ed è rivolto non solamente a medici specialisti in neurofisiopatologia, neurologia, neuropsichiatria infantile, neurochirurgia, anestesia e rianimazione, ma anche ad altri con conoscenze di base di neurofisiopatologia o che utilizzino, nella pratica clinica, tali metodiche strumentali nella diagnosi, nel trattamento e nel recupero dei pazienti neurologici in condizioni critiche, oltre che ai tecnici di neurofisiopatologia. La finalità del corso è di fornire una preparazione di base teorico-pratica ed altamente professionalizzante nell’ambito della neurofisiopatologia, disciplina in perenne evoluzione ed in cui gli aggiornamenti tecnologici si susseguono vorticosamente, e che, nonostante l’avvento di innovative tecniche di esplorazione del sistema nervoso centrale quali la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica nucleare, la Spect e la Pet, continua a mantenere un ruolo diagnostico insostituibile ed irrinunciabile nella patologia neurologica.

I temi dell’edizione corrente sono le applicazioni cliniche dell’elettroencefalografia, dei potenziali evocati, dell’elettromiografia, degli ultrasuoni e della magnetoencefalografia, in tutta la diagnostica neurologica ed in particolare in alcune condizioni, come le urgenze neurologiche, il monitoraggio intra-operatorio, le applicazioni in terapia intensiva, gli stati di coscienza, il dolore neuropatico, i processi cognitivi ed i rapporti tra neuroimmagini e metodiche elettrofisiologiche, la neuro modulazione, i robot e l’uomo bionico.

Caratteristiche dell’evento la didattica pratica, le esercitazioni interattive con tutori e le lezioni frontali, che consentono ai partecipanti una full immersion nella disciplina. Inoltre, da quest’anno, con l’istituzione della certificazione in neurofisiologia clinica da parte della Sinc, il corso è inserito nel percorso per accedere all’esame ed ottenere la certificazione in neurofisiologia clinica da parte degli operatori del settore.



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

Cronaca