Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:39 METEO:PISA20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità venerdì 26 agosto 2016 ore 16:37

Un grave colpo al mondo delle piccole imprese

"La riforma delle Camere di Commercio è un colpo al mondo delle piccole imprese e avrà effetti particolarmente pesanti", dice il presidente pisano



PISA — Siamo fortemente preoccupati per il decreto legislativo di riordino delle funzioni e del finanziamento delle Camere di Commercio, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri nell'ambito dell'attuazione della riforma sulla pubblica amministrazione. Il decreto è un grave colpo al mondo delle piccole imprese: le Camere di Commercio hanno per il sistema economico italiano, modello di sviluppo fondato proprio sulle piccole imprese, una funzione importante che si sostanzia in interventi di sostegno alle aziende più piccole - e dunque più vulnerabili e indifese - per accedere al credito e abbassare i tassi di interesse praticati dalle banche, e anche interventi per favorire la nascita di nuove imprese. Le Camere di Commercio inoltre destinano fondi per sostenere settori in crisi, aumentare gli investimenti in innovazione e valorizzare le eccellenze produttive, senza dimenticare il sostegno ai processi di internazionalizzazione che le piccole imprese non sono in grado di affrontare da sole”.

Questo il commento del presidente della Camera di Commercio di Pisa e presidente della CNA Toscana, Valter Tamburini che ribadisce: ”Il decreto di riordino del sistema camerale è una vera e propria mazzata al mondo delle pmi e dunque al reale fondamento dell’economia italiana. E gli effetti di questa riforma saranno particolarmente pesanti nella regione toscana, nella quale il sistema economico si fonda proprio su una miriade di piccole imprese che sul territorio lavorano, creano occupazione e per il territorio producono ricchezza. Stiamo parlando per il solo artigianato di 107.441 aziende, tante sono quelle iscritte all’Albo alla fine del secondo semestre di questo anno”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca