Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA20°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, nuovi allagamenti sul lago di Como

Lavoro sabato 08 febbraio 2014 ore 15:05

"I rifiuti costeranno il 300% in più"

Arriva l'Osservatorio Provinciale sui Tributi di ConfcommercioPisa per vedere se il prezzo è giusto



PISA — Da soli, i rifiuti, nel 2014, graveranno il 300% in più sui bilanci di imprese e famiglie. Poi c'è il resto, per questo ConfcommercioPisa apre un Osservatorio Provinciale sui tributi: dai rifiuti all’imposta sugli immobili, gli imprenditori potranno capire se pagano il “prezzo giusto”.

L’obiettivo è analizzare l’incidenza della tassazione locale sui bilanci aziendali per sollecitare le amministrazioni a “calmierare” l’esazione rivedendo i parametri applicativi. Le misure contenute nella Legge di Stabilità consentono alle amministrazioni locali un'ampia facoltà di stabilire riduzioni ed esenzioni senza limiti. Così, la raccolta dei dati servirà a mostrare la reale incidenza dei tributi locali sul bilancio delle aziende.

“Si tratta di aiutare le imprese a non chiudere – sottolinea Federico Pieragnoli, direttore di ConfcommercioPisa -, a fronte di incassi in discesa a causa della contrazione dei consumi. Con l'introduzione dell'Imposta unica comunale, introdotta dalla Legge di stabilità, nel 2014 si registrerà un vero salasso per le imprese dei servizi e del terziario. Non vorremmo assistere a casi in cui le imprese debbano esser costrette a chiedere un prestito in banca per pagare i tributi".

Per Federica Grassini, presidente di ConfcommercioPisa “con l'introduzione della Tari emerge un incremento medio dei costi pari al 302%. Gli aumenti più salati riguardano i negozi di ortofrutta, pescherie, fiori e piante (+627%), discoteche (+568%), ristoranti e pizzerie (+548%). Incrementi ingiustificati, derivanti dall'adozione di criteri presuntivi e potenziali, che disattendono il sacrosanto principio comunitario del chi più inquina, più paga che prevede appunto di instaurare una legame diretto tra produzione del rifiuto e onere dovuto”.

Il nuovo Osservatorio Provinciale sui Tributi sarà attivo dal 10 febbraio nella sede di ConfcommercioPisa. Telefonando al numero 050-25196 per un fissare un appuntamento, gli imprenditori potranno verificare la propria posizione portando con se bollette e cartelle, planimetrie degli immobili dove svolgono l'attività, ultimo bilancio aziendale e ogni altro dato che possa fornire l'immagine dettagliata della situazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parcheggi Ospedale Cisanello: dal 1 settembre il "C" a pagamento per favorire il ricambio delle auto. Accordo con i sindacati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca