QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°18° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 18 settembre 2019

Spettacoli mercoledì 10 settembre 2014 ore 08:30

​Alla Normale risuonano musiche esotiche

Presentato il cartellone della stagione concertistica della Scuola. Inaugurazione il 18 ottobre con l’Accademia Bizantina



PISA — Venti appuntamenti da ottobre fino a giugno per scoprire le seduzioni dell’esotico nella musica occidentale. Questo il filo conduttore che corre lungo la 48esima stagione concertistica della Scuola Normale di Pisa che apre i battenti il prossimo 18 ottobre.

Ideata dal maestro Jeffrey Swann, vedrà partecipare stelle del concertismo internazionale come Alberto Mizrahi, Mario Brunello, David Greilsammer.

I concerti invitano a ripercorrere i viaggi dell’immaginazione verso paesi e culture lontani nella musica europea dal Seicento al Novecento: dall’Asia della Schérézade di Ravel, al Nuovo mondo di Dvorak, all’America di Carl Ruggles e John Adams. La musica ungherese di Bartok e Liszt, le mazurche e le polacche di Chopin, introdurranno invece al tentativo di riscoprire l’identità esotica del proprio popolo.

L’inaugurazione sarà con l’Accademia Bizantina e un concerto interamente dedicato ad Antonio Vivaldi il 18 ottobre prossimo, in occasione del 204esimo anniversario di fondazione della Scuola.


Spazio, al di fuori del tema esotico, a molti artisti fantasiosi e audaci: il violoncello di Mario Brunello e il piano di Uri Caine alterneranno improvvisazioni e invenzioni su brani di Bach, mentre Denis Kozhuzhin dedicherà un concerto a Prokofiev e Brahms. Sperimentazione con il Trio Di Parma che suona Copland e Kagel e poi la musica ebraica con Alberto Mizrahi e con l’Orchestra Arché diretta da Hirofumi Yoshida nel dramma lirico Il Ghetto – Varsavia 1943.

In programma anche il concerto per Modigliani, pensato per accompagnare la mostra a Palazzo Blu, con brani di Satie, Ravel, Debussy, Stravinskij eseguiti dal pianista David Greilsammer.

Durante tutto l’arco dell’annata sono inoltre previsti ben quattro concerti sinfonici dell’Orchestra della Toscana.



Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Politica