QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°23° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 maggio 2019

Politica mercoledì 23 settembre 2015 ore 16:00

In Consiglio la questione degli allagamenti

Buscemi sul nubifragio del 24 agosto: "La tesi di eccezionalità si è subito sgretolata". Latrofa: "L'amministrazione si prenda le sue responsabilità"



PISA — Si preannuncia animata la discussione di domani in Consiglio comunale, che vedrà al centro del dibattito gli allagamenti che hanno interessato la città all’alba di Lunedì 24 agosto.

I firmatari della richiesta di argomento Riccardo Buscemi, Giovanni Garzella, Gino Logli, Mirella Bronzini, Francesco Auletta, Marco Ricci, Elisabetta Zuccaro, Valeria Antoni, Simonetta Ghezzani, Raffaele Latrofa, Diego Petrucci e Maurizio Nerini sembrano intenzionati a smentire la tesi dell’eccezionalità dell’evento meteorologico. Tesi che secondo il primo firmatario Buscemi "si è sgretolata giorno dopo giorno”.

"Nonostante i tributi locali pagati, non ultima la Tasi -commenta il consigliere- la manutenzione ordinaria e straordinaria è mancata ed è venuta fuori l'incapacità di progettare e realizzare un nuovo sistema fognario, purtroppo ancora assente in buona parte della città”.

Dopo la Giunta interverranno anche Acque Spa, il Consorzio Basso Valdarno, alcuni cittadini firmatari di mozione e poi gli altri consiglieri.

Osserva Buscemi: “Di getto viene da fare una riflessione: un’Amministrazione comunale che ha fatto e fa un suo vanto i restauri finanziati dal Piuss e non perde mai occasione pubblica di evidenziare gli investimenti effettuati, è possibile che non sia riuscita a pensare di realizzare le fogne dove ancora non ci sono e a programmare ed eseguire, direttamente o indirettamente pel tramite i soggetti appaltatori, la manutenzione del sistema fognario esistente? È possibile che gli investimenti promessi e da realizzare (nuove idrovore) in sinergia con altri soggetti (quali il Consorzio di Bonifica) a distanza di anni non siano stati ancora realizzati? E a prescindere da chi deve effettuare le manutenzioni previste, gli uffici tecnici del Comune che genere di controlli eseguono?”

Sull’argomento interverrà anche Paolo Grassini, primo firmatario della mozione d’iniziativa popolare con la quale chiede al sindaco Filippeschi, “di progettare, con la massima celerità, l’intero sistema fognario”.

“Abbiamo raccolto – ha così spiegato Raffale Latrofa (Ncd), consigliere comunale e promotore di questa iniziativa, vedi foto allegata - ben 1000 firme di cittadini pisani. Impedire che Pisa sia allagata di nuovo deve diventare una priorità assoluta per questa Amministrazione Comunale. Ci impegneremo perché l’Amministrazione Filippeschi si prenda le sue responsabilità"

Il Consiglio Comunale, all’inizio della seduta, sarà però aperto da ben 6 question time (sono delle domande di consiglieri a cui l’Amministrazione Comunale deve rispondere subito).

Il primo è del consigliere Maurizio Nerini (noiadessopis@) che chiede quando è prevista la chiusura del campo della Bigattiera dove ci sono alcune famiglie rom. Il secondo è del consigliere Gianfranco Mannini (M5S) che ritiene discriminatorio chiedere ai disabili la compartecipazione alla spese per il trasporto sociale. Ad entrami i consiglieri risponderà l’assessora Sandra Capuzzi.

Il terzo question time è, invece, del consigliere Ciccio Auletta (ucic – prc) che chiede di sapere quale sia la posizione dell’Amministrazione Comunale sulla destinazione dell’area ex Gea adiacente a via Vittorio Veneto nel quartiere di Porta a Lucca mente il quarto question time è della consigliera Simonetta Ghezzani (Sel) sull’addio al nuovo depuratore di Via San Jacopo deciso da Acque spa: “Quanto è costato ai cittadini pisani?”. Al terzo question time risponderà l’assessora Ylenia Zambito mentre al quarto risponderà l’assessore Andrea Serfogli.

Gli ultimi due question time, rispettivamente dei consiglieri Elisabetta Zuccaro (M5S) e Odorico Di Stefano (i riformisti), sono sull’impianto di biomasse di Coltano al centro, proprio in questi giorni, di accesissime polemiche. Il Consiglio Comunale, infine, discuterà, dopo una breve illustrazione da parte dell’assessore Salvatore Sanzo, del Nuovo regolamento comunale per l’esercizio, il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura