Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Attualità mercoledì 04 febbraio 2015 ore 16:46

La Bibbia di Calci torna nella Certosa

L'evento sarà suggellato da una cerimonia. Custodita nel museo di San Matteo, è un codice monumentale miniato del 12esimo secolo in quattro volumi



CALCI — Dopo essere stata decenni in un deposito, la Bibbia di Calci domani, giovedì 5 febbraio, tornerà alla Certosa. 

L'evento sarà suggellato da una cerimonia, in programma alle 12 al complesso monumentale di Calci (Pisa), alla quale parteciperanno Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario del ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la soprintendente di Pisa, Paola Raffaella David, e il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti.

La preziosa Bibbia, custodita nel museo di San Matteo , è un codice monumentale miniato del 12esimo secolo in quattro volumi.

Il progetto di riportarla in Certosa, ideato da Severina Russo, direttore del Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Calci, è stato condiviso e reso possibile dai quattro Rotary Club dell'area pisana e ad esso hanno collaborato prestigiosi istituti pisani, tra i quali l'istituto Tecip della Scuola Sant'Anna di Pisa, che ha realizzato un'applicazione multimediale e interattiva per consentirne lo sfoglio digitale.

"Un vero capolavoro della miniatura romanica italiana - spiega una nota ella Soprintendenza - e conosciuta come Bibbia di Calci perché conservata fin dal 1425 in Certosa dove era pervenuta dal monastero benedettino della Gorgona, dipendente dalla Certosa e soppresso in quell'anno. Nel 1970 la comunità certosina, che aveva continuato ad abitare il monastero calcesano anche dopo l'indemaniamento del 1866, lasciò definitivamente Calci. In attesa che la Certosa potesse essere aperta al pubblico la Bibbia fu trasferita in deposito provvisorio nel museo di San Matteo, deposito 'provvisorio' che si è protratto per decenni sebbene le primitive ragioni di sicurezza che lo avevano reso opportuno fossero ormai venute meno". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, di Viareggio, era in bici con il marito lungo l'Aurelia ed è stata ricoverata in gravi condizioni. E' caccia all'automobilista pirata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca