Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:42 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il Papa tra la folla dei cristiani nel villaggio di Qaraqosh in Iraq

Cronaca giovedì 18 giugno 2015 ore 10:06

Luminara tra luci, sanzioni e ricoveri

16 persone al pronto soccorso per risse e eccessi alcolici. Sanzionati i venditori abusivi. Sventato furto in un camper



PISA — Oltre 100mila persone si sono riversate sui lungarni per assistere alla Luminara. 128 edifici, più la torre, sono stati illuminati in occasione dei festeggiamenti per il patrono di Pisa, San Ranieri.

Ma non è tutto oro quel che luccica e la festa del patrono non si è fatta mancare neanche ricoveri e sanzioni.

16 gli arrivi al pronto soccorso nella notte tra il 16 e il 17 giugno a causa di risse e di eccessi con l'alcol.

Nell'ambito dei controlli predisposti dalla questura, invece, sono state elevate a venditori abusivi sanzioni amministrative per 10mila euro, con sequestri di oltre 500 articoli ludici e casalinghi.

L’intensificazione del controllo del territorio in alcune zone critiche della città ha portato, durante la serata, all’arresto in flagranza di un cittadino tunisino che, nella zona di piazza Sant’Antonio, ha tentato di perpetrare un furto all’interno di un camper. Avvistato da due pattuglie della Polizia di Stato e della Polizia Municipale, è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato.

Con riferimento alla nottata, la questura ha registrato, rispetto all’anno passato, una netta diminuzione delle telefonate alla linea di emergenza 113, meno della metà rispetto all’anno passato. In particolare, è stato riscontrato un crollo delle richieste di intervento per le lamentele riguardanti schiamazzi, musica ad alto volume e furti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità