Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:30 METEO:PISA21°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 03 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Tu si 'na cosa grande», l'emozione di Paola Turci che canta per Francesca Pascale

Attualità martedì 15 febbraio 2022 ore 08:50

La locomotiva divorata dalle intemperie

La locomotiva "Dante Alighieri" a Marina di Pisa

Allarme da Marina di Pisa dove la storica locomotiva "Dante Alighieri" del Trammino, collocata da pochi mesi, necessita già di urgenti manutenzioni



PISA — Quando la locomotiva del Trammino venne portata in piazza delle Baleari a Marina di Pisa - era l'Agosto del 2021 - si parlò di una teca per proteggerla dalle intemperie e dal pericoloso salmastro. Oggi, passati alcuni mesi, di quella teca nemmeno si parla e la locomotiva "Dante" rischia letteralmente di sgretolarsi in ruggine. L'allarme arriva dai tanti estimatori della storico cimelio ferroviario e da Confeserenti.

Costruita nel 1883 dalla tedesca Henshel e Sohn di Cassel, la locomotiva è rimasta in attività a Pisa fino agli anni ‘20 del Novecento. Venne quindi ceduta al servizio della ferrovia mineraria di Monterufoli, per poi finire sulla tranvia Bologna-Cento. Nel dopoguerra lavorò allo zuccherificio di Rieti e poi in Veneto, in uno zuccherificio della stessa proprietà. A metà degli anni ’80 finito il servizio, era destinata alla demolizione ma finì nelle mani di Davide Ferrato, proprietario dell’azienda specializzata nel commercio di prodotti siderurgici, che l’ha custodita. Da allora è apparsa in qualche esposizione storica fino al suo ritorno a Pisa, grazie all'impegno di alcuni appassionati e del Comune di Pisa.

“Doveva essere il biglietti da visita di Marina e del suo lungomare con questa collocazione nella riqualificata piazza delle Baleari - lamentano oggi il presidente Litorale di Confesercenti Toscana Nord Alessandro Cordoni e la presidente del Centro commerciale naturale di Marina di Pisa Simona Rindi -. Invece rischia di essere un monumento al degrado viste le condizioni in cui versa. Chiediamo all’amministrazione comunale un intervento immediato in vista dell’ormai prossima stagione turistica”. 

“E’ del tutto evidente che nel restauro conservativo qualcosa è andato storto - osservano Rindi e Cordoni -. Chiediamo quindi in primis all’assessore al litorale Paolo Pesciatini di attivarsi immediatamente per ripristinare quello che è stato il simbolo del nostro storico trammino”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino aggiornato alle ultime 24 ore segnala 4 nuovi decessi riconducibili al virus in Toscana: 2 sono stati registrati in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Leonella Simoni Ved. Polidori

Sabato 02 Luglio 2022
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca